facebook twitter rss

Casa funeraria con tempio
crematorio a Sant’Elpidio a Mare

SANT'ELPIDIO A MARE - Si intende procedere con un partenariato pubblico-privato per il quale l’istanza è stata avviata da una proposta privata a suo tempo recepita e valutata dall’amministrazione
Print Friendly, PDF & Email

Il sindaco Alessio Terrenzi

“L’amministrazione comunale intende procedere alla progettazione, costruzione e gestione di una casa funeraria con annesso tempio crematorio, adiacente al civico cimitero di Cura Mostrapiedi, alla luce di una sempre più favorevole accettazione di tipo sociale ed etico della pratica della cremazione che, tra l’altro, ha assunto nel tempo una sempre maggiore diffusione anche nel territorio comunale. Si intende procedere con un partenariato pubblico-privato per il quale l’istanza è stata avviata da una proposta privata a suo tempo recepita e valutata dall’amministrazione”. E’ quanto fanno sapere dal Comune di Sant’Elpidio a Mare.

“Abbiamo valutato con attenzione la proposta pervenuta – dice in merito il sindaco, Alessio Terrenzi – e si andrà ad offrire un nuovo servizio per la cittadinanza tutta e per l’intero territorio, sia provinciale che regionale ed oltre. Il tutto, senza nessun aggravio per le casse comunali. Anzi, sono previsti interessanti introiti da reinvestire nel territorio, con particolare attenzione per il recupero dei due cimiteri cittadini. Da non sottovalutare, inoltre, la creazione di indotto occupazionale. Per quanto riguarda la location adatta ad ospitare una struttura di questo tipo è quella del Cimitero di Cura Mostrapiedi. Con la realizzazione di un progetto di questo genere si potrebbero avere, nella nostra città, anche due camere per la veglia a bara aperta, coerenti con le normative vigenti di settore, quindi si andrebbe ad offrire anche un altro servizio.
La questione è stata approfondita e sviscerata tenendo conto di tutti gli aspetti ad essa collegati, non da ultimo quello ambientale rispetto al quale ci sono delle normative regionali vigenti che, tra l’altro, indirizzano verso questa soluzione piuttosto che verso le tumulazioni in loco per evitare che, con il passare del tempo, i cimiteri diventino delle piccole città”.

“Recentemente la giunta comunale – ricordano dal Comune – ha approvato con apposita delibera, il pubblico interesse e contestuale dichiarazione di fattibilità della proposta di partenariato pubblico-privato per la concessione di progettazione, costruzione e gestione di una casa funeraria con annesso impianto di cremazione. La giunta ha deliberato dopo diversi confronti in maggioranza – prezioso è stato il contributo dei consiglieri di maggioranza in merito alla discussione – la quale è unanime sulla volontà di procedere e si confida sull’unanimità anche in consiglio.
Sono in programma anche altri passaggi che coinvolgeranno nuovamente tutti i consiglieri, quindi anche di minoranza, sicuramente utili per migliorare la proposta di progettualità; consapevoli di avere a che fare con una scelta particolarmente significativa anche sotto l’aspetto culturale. Sono in programma anche momenti di presentazione del progetto dettagliato, a tempo debito, con la cittadinanza. Seguiranno le procedure tecniche amministrative con relative approvazioni prima di arrivare all’indizione della gara d’appalto che sarà aperta a tutti gli operatori economici in possesso dei requisiti”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X