facebook twitter rss

Baraonda chiude in bellezza
Sul podio la scuola De Amicis,
ma la folla del passato non c’è stata

PORTO SAN GIORGIO - Con il rogo di Re Carnevale in piazza delle Marine ha chiuso i battenti Baraonda 2020. Sfilata dei carri un pò sotto tono. Tanti i gruppi partecipanti. Ma meno gente rispetto alle passate edizioni. L'ansia da corona virus ha sicuramente pesato.
Print Friendly, PDF & Email

di Sandro Renzi

(foto Simone Corazza)

Con il tradizionale rogo di Re Carnevale, l’edizione 2020 di Baraonda va in archivio. Porto San Giorgio ha ospitato nel pomeriggio l’ultima sfilata dei carri e dei gruppi mascherati. Poco prima delle 15  piazza Matteotti ed il viale Buozzi risultavano quasi vuoti rispetto agli anni passati. I timori per Covid 19 evidentemente si sono fatti sentire. Tanto che pure qualche gruppo mascherato ha dovuto registrare diverse defezioni all’ultimo minuto. Tant’è, alle 15 il corteo si è mosso da via Giordano  Bruno in direzione centro per compiere, come da tradizione, i due giri dei principali viali cittadini. Mano a mano la gente ha cominciato a riempire i marciapiedi. Non era certamente la folla degli anni passati. Ma alla fine il divertimento e la voglia di sdrammatizzare un po’  hanno avuto la meglio. I temi che sono andati per la maggiore sono stati quelli legati all’ambiente ed al mondo favoloso del circo. Hanno partecipato 12 gruppi mascherati, tra musica e animazione, preceduti dai due Re Carnevale, “Mengone Torcicolli”, “Lisetta” e “Lu cucà”. Al termine la premiazione che ha visto salire sul podio la scuola De Amicis con “il circo delle meraviglie” premiato dalla giunra presieduta dall’assessore, Elisabetta Baldassarri.. Secondo posto per la scuola d’infanzia Borgo Costa con “mi metto in gioco con mamma e papà”.

Terzo posto per la primaria Borgo Rosselli “l’allegro parco dei divertimenti”.  Un attestato di partecipazione è stato dato anche agli altri gruppi: scuola d’infanzia e primaria Canossiane con “I colori delle emozioni”, ricreatorio San Giorgio  “Gli ecoavangers”, Contrada Torre di Palme-scuola infanzia e primaria Salvano “Un mare d’amare”, Centro sociale Salvano “Salvà beach”, scuola Leonardo Da Vinci-Classe 1^ C (Fermo) “Non mi rifiuto”,  Polisportiva Umberto Mandolesi “Le olimpiadi de noatri”, Contrada Pila-Scuola primaria S.Andrea-Isc Betti “Popoli del mondo”, Centro sociale Marina Palmense “Semiseria classic orchestra” e La Zurla (Comunanza) “Zurla circus”. Il colorato serpentone ha visto sfilare anche fuori concorso un gruppo con il tema “la pazzia della terza età”.

 

 

 

 

 

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X