facebook twitter rss

Governatori: ”Sutor tra la sosta e
le nostre prossime iniziative”

SERIE B - Dopo la vittoria interna contro Ozzano, il direttore generale della Premiata, Lorenzo Governatori, commenta lo stop dalle attività agonistiche imposto dalla nota vicenda coronavirus per allargare poi sull'agenda degli impegni sutorini, organizzati fuori dal parquet di gioco
Print Friendly, PDF & Email

MONTEGRANARO – L’emergenza coronavirus ha reso necessario lo stop della pallacanestro su tutto il territorio nazionale ma la Premiata continua a lavorare per mantenere alta la concentrazione in vista dei prossimi impegni.

Una fase quindi delicata in tutti i sensi che la società gialloblù si sta preparano ad affrontare attenendosi alle direttive degli organi nazionali ma anche organizzando delle iniziative dedicate agli sponsor come ci ha spigato il direttore generale sutorino Lorenzo Governatori (foto).

“Come sapete tutti nei giorni scorsi è arrivata l’ufficialità di quello che un po’ era nell’aria da tempo, cioè la sospensione di tutte le partite del prossimo turno di campionato – spiega Governatori -. Credo sarebbe stato complesso e particolarmente penalizzante permettere ad alcune squadre di giocare e ad altre no: ne avrebbe risentito la sportività di questo equilibratissimo girone, per cui sicuramente questa decisione mette almeno chiarezza e uniforma le varie realtà. Non ci è stato ancora comunicata la data per il recupero (la Sutor era chiamata all’impegno sul parquet del Pala Guerrieri di Fabriano, ndr), ma la voce che sta circolando in queste ore sembrerebbe indirizzare queste partite verso la prima metà di marzo”.

“La cosa certa ad oggi però è che questo temporaneo e speriamo breve stop non ferma di sicuro la nostra programmazione come Sutor – ha proseguito Governatori -. La squadra continua ad allenarsi duramente in palestra e la vittoria contro Ozzano ci ha dato una bella boccata d’ossigeno che ripaga gli sforzi fatti dai ragazzi, dal coach e da tutto lo staff gialloblù. A tal proposito fatemi spendere due parole anche per quello che ho avuto modo di vedere e di vivere fuori dal campo, con i tifosi che dopo due “importanti” sconfitte (contro Senigallia e contro Chieti, ndr) hanno aspettato i giocatori per tributare loro un grande e lungo abbraccio. Sono queste cose, insieme alle tante altre che hanno organizzato e che non posso elencare, che rendono indistruttibile il legame che lega il nostro progetto a questo incredibile popolo. Dedichiamo a loro questa vittoria!”

“Come l’attività sportiva non si ferma però neanche quella legata all’ ‘ecosistema Sutor’, con la consueta cena dedicata ai nostri importantissimi partner che faremo la prossima settimana. Un momento di condivisione a cui teniamo molto e che speriamo possa unire ancora di più il tessuto imprenditoriale alla nostra realtà. Colgo l’occasione di questa intervista inoltre per annunciare anche il prossimo evento che stiamo cercando di organizzare in occasione della partita casalinga del 15 marzo contro Teramo – ha precisato il dirigente giallobllù -. Uso il condizionale esclusivamente per via di questo improvviso sviluppo del virus, ma la scaletta è già praticamente confermata e sarà un pomeriggio di sport e di solidarietà, come nel nostro stile: i protagonisti di questo pomeriggio saranno i bambini della nostra città ed i ragazzi del settore giovanile del Basket Fermo, con il quale collaboriamo, e per l’occasione abbiamo coinvolto anche una associazione locale che si occupa di clown terapia negli ospedali. Speriamo solo a questo punto che l’allerta preventiva rientri anche nella nostra regione e che si possa tornare presto al palazzo a sostenere la squadra che amiamo”.

 

Articolo correlato: 

Finalmente Sutor, contro Ozzano torna il sorriso casalingo


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti