facebook twitter rss

Aido Montegranaro, 40 anni
di donazioni e rinnovato vigore
con il nuovo direttivo

MONTEGRANARO - Il punto del confermato presidente Santarelli: "Numerosissime iniziative di promozione al dono fatte nel corso del 2019, buona parte insieme a Avis e Admo. Raggiunte oltre le 10.000 persone
Print Friendly, PDF & Email

L’Admo di Montegranaro

Si è svolta venerdì scorso l’assemblea annuale della sezione di Montegranaro dell’Aido, Associazione Italiana Donazione Organi che, nel corso del 2020 festeggia i 40 anni della fondazione.

“Era il lontano 1980 quando – ricordano dall’Aido di Montegranaro – un manipolo di soci, tra cui i compianti Camillo Cruciani e Giuliana Petrini, volle fortemente la costituzione della sezione di Montegranaro che tanto ha fatto e tanto ancora vuole fare per sensibilizzare i cittadini alla donazione degli organi non accontentandosi del prestigioso traguardo conseguito di quasi 1.000 montegranaresi che hanno già manifestato il loro consenso alla donazione.
Nel corso della partecipata assemblea il presidente Emanuele Santarelli, confermatissimo alla guida dell’associazione anche per il 2020, ha voluto, oltre che ricordare tale importante anniversario, elencare le numerosissime e riuscitissime iniziative di promozione al dono fatte nel corso del 2019, buona parte delle quali insieme alle associazioni consorelle, le cittadine Avis (Associazione Volontari Italiani Sangue) e a Admo (Associazione Donatori Midollo Osseo) che, complessivamente, hanno raggiunto oltre le 10.000 persone.
Nel corso della serata è stata rinnovato il consiglio direttivo, passato a 13 componenti, che sarà composto, oltre che da Emanuele Santarelli, anche da Guido Eugeni, Alessandro Marinelli, Mariano Marzetti, Dino Pesci, Paola Cruciani, Renzo Melchiorri, Franca Branchesi, Paolo Romitelli, Maria Carolina Raffaeli, Manuela Mattei, Maria Paola Cimadamore ed Ermanno Vitali.
La sfida, come sempre, sarà quella di sensibilizzare e stimolare i tanti giovani ad avvicinarsi all’associazione come pure invitare tutti i cittadini, soprattutto al momento del rinnovo della carta di identità da farsi all’ufficio anagrafe comunale, a voler esprimere la loro volontà alla donazione degli organi : un gesto che non costa nulla ma che è al tempo stesso il più grande gesto d’amore verso la vita e verso il prossimo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X