fbpx
facebook twitter rss

Coronavirus,
nuova ordinanza di Ceriscioli:
scuole chiuse in tutte le Marche

COVID-19 - Firmata poco prima delle 18,30 dal Governatore, sospese le attività didattiche e le manifestazioni pubbliche di qualsiasi natura fino all'8 marzo
Print Friendly, PDF & Email

 

Luca Ceriscioli

 

«Visto l’aggravarsi della situazione, poiché nelle Marche siamo arrivati a due decessi e oltre 60 casi di Coronavirus, diffusi principalmente nella provincia di Pesaro Urbino, oggi estesi anche nelle province di Ancona e Macerata, emettiamo una nuova ordinanza. Adottiamo le misure necessarie a contenere la diffusione del contagio, a partire dalla mezzanotte del 4 marzo fino alle ore 24 dell’8 marzo, su tutto il territorio regionale. Quindi in questo periodo in tutte le Marche sono sospese le attività didattiche e le manifestazioni pubbliche di qualsiasi natura».

Questo il messaggio del Governatore Ceriscioli che poco prima delle 18.30 ha firmato la nuova ordinanza. Scuole chiuse fino a domenica 8 marzo. 

Nel recepire l’ordinanza di Ceriscioli il sindaco di Porto San Giorgio Nicola Loira, per quanto riguarda il proprio Comune di riferimento, ha aggiunto: “In coerenza con le motivazioni che hanno determinato la nuova ordinanza del Presidente della Giunta regionale di sospensione delle attività scolastiche e delle manifestazioni pubbliche, sono sospese anche le attività sportive nelle strutture comunali fino al 8 c.m.”

La Regione ripercorre nell’ordinanza l’evolversi del contagio a partire dal 25 febbraio quando si è registrato il primo caso positivo in provincia di Pesaro. Oggi «risultano positivi 61 pazienti su 200 test effetuati (confermati 6 casi dall’Istituto superiore di sanità e i restanti non ancora processati. Si sono già verificati due decessi. Dei 61 pazienti risultano ricoverati in terapia intensiva 9 pazienti, in malattie infettive 28, in isolamento domiciliare 22».

I pazienti sono distribuiti come segue. Pesaro 26, Fano 10, Vallefoglia 5, Urbino 4, Montecalvo in Foglia 2 Cartoceto 2, Gabicce 2, Colli al Metauro 1, Tavullia 1, Sassocorvaro 1, Sassofeltrio 1. In provincia di Ancona invece Ancona 3, Osimo 1. in provincia di Macerata invece la regione segnala 1 caso a Macerata e 1 caso a Matelica. Rispetto al punto fatto stamattina dal governatore Ceriscioli, non cambiano i casi positivi complessivi delle Marche: 61. Nel testo dell’ordinanza, però, a differenza di quanto comunicato dal Gores è cambiata la dislocazione dei casi stessi: nel Pesarese restano 55, nell’Anconetano scendono a 4 e nel Maceratese salgono a due. Ed è sparito il caso del 33enne originario della provincia di Reggio Emilia, che lavora a Civitanova. Il suo potrebbe essere stato un caso non confermato dal secondo accertamento oppure un caso conteggiato in un altra regione.

Risultano in isolamento domiciliare 425 totali, di cui 418 casi asintomatici, 7 sintomatici e complessivamente in isolamento domiciliare 65 operatori sanitari.

 

 

PER IL TESTO COMPLETO DELL’ORDINANZA CLICCA QUI

 

 

Sostieni Cronache Fermane

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane la redazione di Cronache Fermane lavora senza sosta per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e in tempo reale sull’emergenza Coronavirus e molto altro. Impieghiamo tutte le nostre forze senza ricevere alcun finanziamento pubblico destinato all’editoria. Sappiamo che, adesso più che mai, l’informazione è fondamentale per la nostra comunità: per questo continuiamo a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. La situazione attuale ha comportato inevitabilmente una forte riduzione di quei contratti pubblicitari che ci hanno consentito in questi 4 anni di attività di offrirti un servizio gratuito. Se apprezzi il nostro lavoro e ritieni che sia importante conoscere quanto accada sul tuo territorio, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Oppure tramite Bonifico Bancario, inserendo come causale "erogazione liberale":

  • IBAN: IT67V0311169451000000003233
  • Intestatario: CF Comunicazione S.r.l.s. - Banca: UBI Banca S.p.A


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X