facebook twitter rss

Morese (FdI): ”Bene le misure per
gli impiegati comunali, adesso
pensiamo anche ai sangiorgesi”

PORTO SAN GIORGIO - Il segretario cittadino di Fratelli d’Italia accoglie positivamente l’azione della municipalità rivierasca per i propri dipendenti ma incalza: "Ora va attivato il Coc per gestire l'emergenza coronavirus, e va pensato un piano di rilancio commerciale e turistico da mettere sul campo al termine della criticità"
Print Friendly, PDF & Email

Emanuele Morese

“Bene le misure intraprese dall’amministrazione a tutela degli impiegati del Comune, adesso pensiamo anche ai sangiorgesi”.

Il segretario cittadino di Fratelli d’Italia, Emanuele Morese, commenta così la chiusura al pubblico degli uffici comunali fino al 3 aprile, accogliendo positivamente l’azione del comune rivierasco.

“Oramai le gravi notizie che hanno investito il Paese sono una realtà che avanza prepotentemente anche nella nostra piccola comunità. Le Marche si sono fatte strada al quarto posto per numero di contagiati e la parola d’ordine è prudenza, evitando gli allarmismi”.

“Bene le misure intraprese dall’amministrazione a tutela degli impiegati del Comune, adesso pensiamo anche ai sangiorgesi. Tutti ci sentiremmo più sicuri – sottolinea nuovamente Morese – se il sindaco attivasse il Centro Operativo Comunale per coordinare, in linea con i protocolli di Governo e Regione, l’emergenza epidemiologica in atto. Si tratterebbe di una misura preventiva che non solo ottimizzerebbe la risposta ad eventuali situazioni di crisi o di inasprimento delle misure di quarantena varate da Governo, ma permetterebbe anche una maggiore informazione sulle linee guida adottate dal Ministero della Salute e di conseguenza una rassicurazione più efficace della cittadinanza”.

“In altre parole – continua Morese – muoversi in anticipo per prevenire e non farsi trovare fatalmente impreparati, in relazione a quello che sono le possibilità di manovra di un Comune. Un piano, sia pure impreciso e cautelativo, è meglio che nessun piano”.

“D’altro canto, oltre al principale aspetto di salute pubblica, l’amministrazione dovrebbe iniziare a ragionare su un piano di rilancio per le attività commerciali e turistiche quando la situazione critica sarà passata. Servono interventi mirati al potenziamento dell’immagine e dell’offerta turistica e commerciale della città per sostenere la primaria attività di Porto San Giorgio. Non dobbiamo lasciare soli gli “eroici” operatori del settore che resistono ad ogni calamità con sacrificio”, conclude Morese.

“Realtà limitrofe hanno già disposto l’attivazione del Coc e avviato le giuste riflessioni per il “dopo crisi”. Confidiamo che lo stesso valga per sempre più comuni, incluso il nostro. Da Fratelli d’Italia zero polemiche e massima disponibilità al varo di misure giuste e di indubbia efficacia per la città e per i sangiorgesi”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti