facebook twitter rss

Giornata in memoria delle vittime innocenti delle mafie, il messaggio del presidio fermano di Libera: “Riflettiamo e rinnoviamo il nostro impegno”

FERMO - "Anche noi del Presidio di Libera Fermo intitolato alle tre vittime innocenti di mafia “Barbara Rizzo, Giuseppe e Salvatore Asta” insieme a tanti altri compagni di viaggio, tra sindacati e associazioni sul territorio che ci sostengono, lasciamo per un attimo da parte la paura e lo smarrimento di questi giorni per guardare al passato e ricordare"
Print Friendly, PDF & Email

“Avremmo dovuto essere tutti insieme a Palermo per celebrare la XXV Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, ma siamo ognuno nella nostra casa con un fiore in mano e un nome da ricordare tra le quasi 1000 vittime innocenti”.  Inizia così la nota del presidio di Libera Fermo nella giornata  dedicata al ricordo delle vittime innocenti delle mafie.

Anche noi del Presidio di Libera Fermo intitolato alle tre vittime innocenti di mafia “Barbara Rizzo, Giuseppe e Salvatore Asta” insieme a tanti altri compagni di viaggio, tra sindacati e associazioni sul territorio che ci sostengono, lasciamo per un attimo da parte la paura e lo smarrimento di questi giorni per guardare al passato e ricordare. Ognuno di noi dedica un pensiero e un fiore a chi non c’è più per mano della criminalità organizzata e spera che l’impegno nel cammino di Libera possa essere una piccola goccia in un grande mare di speranza. Così stanno facendo in tutta Italia coloro che celebrano questa giornata che ormai da qualche anno è stata riconosciuta dal Parlamento italiano Giornata Nazionale. Vogliamo condividere con tutti questa iniziativa che ci avvicina in un momento di grandi distanze e quindi oggi ricordiamo, ma riflettiamo e rinnoviamo il nostro impegno sperando che tutti possano unirsi a noi.  Per conoscere da vicino chi sono le vittime innocenti, chi vuole può consultare il sito www.vivi.libera.it, mentre chi volesse conoscere la nostra realtà associativa e di presidio può contattarci con un’email a pres.fermo@libera.it. Buon 21 marzo!”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X