fbpx
facebook twitter rss

Coronavirus, all’ospedale spuntano
le tende della Protezione civile

per un presidio avanzato

FERMO - Tra le ipotesi più accreditate per il loro utilizzo un presidio avanzato di assistenza a pazienti con difficoltà respiratorie o un punto di prima valutazione per eventuale ricovero ospedaliero
Print Friendly, PDF & Email

di redazione CF

Impossibile non notarle. E infatti la voce della loro istallazione davanti all’ex pronto soccorso si sono rapidamente susseguite nel corso delle ultime ore. Questa mattina, davanti all’ingresso dell’ex pronto soccorso di Fermo, e a pochi metri di distanza dalla Rianimazione del nosocomio fermano, sono state installate dalla Protezione civile alcune tende di quelle, per intenderci, usate per gli ospedali da campo. E i lavori in corso non sono sfuggiti alle persone transitate dalle parti del Murri, con voci e ipotesi a rincorrersi.

Al momento non vi sono dichiarazioni ufficiali da parte della direzione di Area vasta 4. Ma viene da sé che quelle tende siano strettamente e direttamente riconducibili all’emergenza Coronavirus. Ora che si tratti di strutture mobili in supporto al Murri, che sappiamo già saturo nei posti letto, e diviso tra zone ‘Covid19’ e ‘Covid19 free’, o per un primo screening emergenziale, non è dato ancora saperlo. A dire la verità già nelle scorse settimane era circolata la voce, sempre in ambienti sanitari, che la direzione d’Area vasta 4, si era attivata per ottenere quelle tende.

Però andando a succo della questione, le ipotesi più plausibili sono essenzialmente due. Con un certezza: si tratta senza ombra di dubbio di un presidio medico-sanitario avanzato. Come sarà utilizzato? Potrebbe servire proprio come presidio avanzato, pre-pronto soccorso, per fornire assistenza ai pazienti, magari a partire da quelli con difficoltà respiratorie, e dunque con sospetto contagio da Coronavirus, o più genericamente come primo filtro, per sgravare spazi e tempi del pronto soccorso, nella valutazione di pazienti che arrivano in emergenza. Insomma, in questo caso, per valutare l’opportunità di un ricovero o meno. Resta un fatto: quelle tende ‘sanitarie’ sono state installate, e di certo rappresenteranno un importante contributo in termini di spazi e di screening al nosocomio fermano che sappiamo essere in assoluta emergenza sia nei posti letto che in materia di personale con 39 assenze, tra medici e operatori sanitari.

Sostieni Cronache Fermane

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane la redazione di Cronache Fermane lavora senza sosta per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e in tempo reale sull’emergenza Coronavirus e molto altro. Impieghiamo tutte le nostre forze senza ricevere alcun finanziamento pubblico destinato all’editoria. Sappiamo che, adesso più che mai, l’informazione è fondamentale per la nostra comunità: per questo continuiamo a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. La situazione attuale ha comportato inevitabilmente una forte riduzione di quei contratti pubblicitari che ci hanno consentito in questi 4 anni di attività di offrirti un servizio gratuito. Se apprezzi il nostro lavoro e ritieni che sia importante conoscere quanto accada sul tuo territorio, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Oppure tramite Bonifico Bancario, inserendo come causale "erogazione liberale":

  • IBAN: IT67V0311169451000000003233
  • Intestatario: CF Comunicazione S.r.l.s. - Banca: UBI Banca S.p.A


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X