facebook twitter rss

Gestione buoni spesa, Marinangeli (Lega): “Solidarietà al sindaco Loira, disponibili a portare il nostro contributo”

PORTO SAN GIORGIO - "Con questa ottica in merito alla distribuzione dei buoni spesa, proviamo a suggerire alcune scelte"
Print Friendly, PDF & Email

Marco Marinangeli

 

“Arriveranno nelle casse comunali sangiorgesi euro 92.422,49 come buoni spesa per l’acquisto di prodotti alimentari, da destinare alle famiglie in situazioni di disagio economico.  Rientrano nell’ordinanza n.658 del 29 marzo 2020 del Presidente del Consiglio dei Ministri.  In un momento difficile e delicato per tutti i cittadini, vorremmo evitare qualsiasi polemica e collaborare per contribuire a migliorare una situazione di guerra.  Ma quando un Presidente del Consiglio come Conte presenta in maniera faraonica, una manovra da 4,3 miliardi di euro a favore dei comuni da girare ai cittadini, sono doverose alcune precisazioni”.  Inizia così l’intervento di Marco Marinangeli, capogruppo della Lega di Porto San Giorgio.

“Il nostro invito al Premier – spiega Marinangeli –  è di evitare di fare quello che a Napoli chiamano il gioco delle tre carte, illudendo i cittadini e spostando le responsabilità completamente ai sindaci.  Questi sono stanziamenti già previsti e programmati in passato, si tratta del fondo di solidarietà comunale, trasferimenti di danaro a favore dei comuni per garantire servizi essenziali ai cittadini, pertanto nessuna novità se non quella di anticipare, forse, di un mese il trasferimento delle somme.  L’unico aspetto nuovo sarà l’assegnazione di 400 milioni di euro da distribuire in 8000 comuni, da utilizzare come buoni spesa.
Pur consapevoli delle difficoltà di chi deve operare scelte in condizioni difficili e precarie, chiediamo rispetto per il popolo italiano, evitando illusioni per chi sta davvero soffrendo da un punto di vista sanitario, economico e sociale.  Ora la responsabilità, il governo la sposta in capo ai comuni e quindi ai sindaci, che troveranno la fila di persone che chiederanno giustamente aiuto e non a tutti potranno dare risposte complete e soddisfacenti”.

Marinangeli sottolinea: “Pertanto come già fatto nei giorni scorsi, ribadiamo la solidarietà del gruppo Lega, al sindaco Loira e la nostra disponibilità a portare un contributo per uscire da questa bruttissima esperienza.  Con questa ottica in merito alla distribuzione dei buoni spesa, proviamo a suggerire alcune scelte.  Anzitutto sarà fondamentale la velocità con la quale si attiveranno questi aiuti e ciò dipenderà anche dalla semplificazione proposta dal governo, augurandoci che non sia la stessa per produrre e avere mascherine e quanto necessario per fare fronte all’emergenza.  I comuni dovranno gestire le risorse in maniera semplificata per dare risposte concrete subito.  Veniamo alle nostre proposte: – i servizi sociali del comune coinvolgano le associazioni di volontariato presenti sul territorio per avere un quadro più completo, – vista la possibilità di raccogliere donazioni da parte dei privati, attivare un conto corrente dedicato per questa finalità,  – coinvolgere le attività di Porto San Giorgio interessate alla vendita dei prodotti oggetto dei buoni spesa e stipulare una convenzione, che preveda anche una scontistica, che possa di fatto incrementare le risorse finanziarie e quindi poter dare risposte più ampie,  – verificare la possibilità di incrementare le risorse individuando nel bilancio comunale una somma da destinare a tale proposito,  – allargare l’oggetto del buono spesa anche ai farmaci,  – individuare la platea dei beneficiari, consapevoli che non sarà limitata ai nominativi che i nostri servizi sociali del comune conoscono ma prepariamoci a conoscere utenti diversi, con precedenza e priorità a chi non percepisce aiuto pubblico, – attivare un numero telefonico dedicato, – rendere agevole il rilascio del buono spesa attraverso una autocertificazione del richiedente.  Ora con la speranza che il governo possa produrre risposte concrete e risolutive per dare seriamente soluzioni agli italiani, ribadiamo la nostra piena collaborazione.  Semplificazione, solidarietà, concretezza e velocità di esecuzione saranno gli elementi che ci aiuteranno ad uscire da questa guerra contro il nemico invisibile.  Uniti tutti insieme ce la faremo e noi ci siamo.  Permettetemi di gridare viva Porto San Giorgio”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti