fbpx
facebook twitter rss

Coronavirus, 450 mascherine alla casa
di reclusione: il dono della Camera
Penale e dell’Osservatorio Carceri

FERMO - Le mascherine sono state acquistate con le donazioni personali e dirette degli avvocati penalisti iscritti alla Camera Penale di Fermo, a cui si sono aggiunte quelle donate direttamente dal Gruppo Protezione Civile del Comune di Monte Vidon Combatte tramite il sindaco, Gaetano Massucci e l’avvocato Renzo Interleghi
Print Friendly, PDF & Email

da sinistra: Dr. Gianfilippo Pistolesi, Dirigente sanitario nel carcere; Avv. Andrea Albanesi, Presidente Camera Penale; Avv. Simone Mancini, Responsabile Osservatorio Carceri UCPI delle Marche; Dr.ssa Daniela Valentini, Direttore del Carcere di Fermo; Dr.ssa Loredana Napoli, Comandante del reparto di Polizia Penitenziaria

La Camera Penale di Fermo ‘Gianfilippo Benedetti’ e l’Osservatorio Carceri delle Marche dell’Unione Camere Penali Italiane, hanno donato questa mattina 450 mascherine all’istituto penitenziario di Fermo. Le mascherine sono state acquistate con le donazioni personali e dirette degli avvocati penalisti iscritti alla Camera Penale di Fermo, a cui si sono aggiunte quelle donate direttamente dal Gruppo Protezione Civile del Comune di Monte Vidon Combatte tramite il sindaco, Gaetano Massucci e l’avvocato Renzo Interleghi. I dispositivi saranno distribuiti a tutto il personale in servizio ed alla popolazione detenuta.


“Continua l’impegno degli avvocati penalisti delle Camere Penali e dell’Osservatorio Carceri, sia a livello nazionale che territoriale – spiegano dalla Camera Penale fermana presieduta da Andrea Albanesi – per il miglioramento delle condizioni di vita nelle case di reclusione. Impegno non solo attraverso la battaglia a tutela dei diritti minimi dei detenuti, ma anche con piccoli interventi tangibili, quali la donazione delle mascherine filtranti”.
“V’è un contesto sociale formato da una popolazione numerosa ma pressoché dimenticata: i detenuti. Una popolazione – il commento degli avvocati Andrea Albanesi, presidente della Camera penale di Fermo, e Simone Mancini, responsabile dell’Osservatorio Carceri delle Marche – abbandonata in condizioni spesso estremamente difficili, ma che gli avvocati penalisti non possono né devono ignorare. Per fortuna non siamo soli in questa battaglia di civiltà e democrazia, basta prendere esempio dalle recenti parole di Papa Francesco e del presidente della Repubblica Mattarella. La situazione dell’istituto detentivo di Fermo fortunatamente, e per l’impegno del personale impiegato, non desta preoccupazioni né criticità e non si registrano casi di contagio. Anzi, si è potuto costatare lo sforzo dell’amministrazione del carcere di Fermo, che ha allestito, grazie all’intervento della Protezione Civile locale, una tenda nella quale effettuare il triage di tutto il personale dell’istituto e per gli ingressi di nuovi detenuti. Nella struttura si effettua un rapido screening dei sintomi, della temperatura corporea e se necessitano anche i prelievi per effettuare tamponi per la presenza Covid-19. Così riducendo al minimo possibile il rischio di contagio, preservando la salute dei detenuti e dei dipendenti dell’amministrazione”.

LA LETTERA DI RINGRAZIAMENTO DEL DIRETTORE DEL CARCERE, DANIELA VALENTINI

Sostieni Cronache Fermane

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane la redazione di Cronache Fermane lavora senza sosta per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e in tempo reale sull’emergenza Coronavirus e molto altro. Impieghiamo tutte le nostre forze senza ricevere alcun finanziamento pubblico destinato all’editoria. Sappiamo che, adesso più che mai, l’informazione è fondamentale per la nostra comunità: per questo continuiamo a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. La situazione attuale ha comportato inevitabilmente una forte riduzione di quei contratti pubblicitari che ci hanno consentito in questi 4 anni di attività di offrirti un servizio gratuito. Se apprezzi il nostro lavoro e ritieni che sia importante conoscere quanto accada sul tuo territorio, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Oppure tramite Bonifico Bancario, inserendo come causale "erogazione liberale":

  • IBAN: IT67V0311169451000000003233
  • Intestatario: CF Comunicazione S.r.l.s. - Banca: UBI Banca S.p.A


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X