facebook twitter rss

Terminata la consegna dei buoni spesa,
Calcinaro: “I Servizi Sociali stanno facendo il meglio possibile”

FERMO - Ultimata la consegna dei bonus spesa nell’intero territorio comunale a circa 1200 nuclei familiari.
Print Friendly, PDF & Email

Due giorni intensi fra mercoledì e giovedì nel corso dei quali i dieci equipaggi del Personale Comunale, fra cui anche il Sindaco Paolo Calcinaro e l’assessore alle Politiche Sociali Mirco Giampieri, hanno consegnato il bonus da 125 euro (diviso in 5 buoni da 25 euro ciascuno, utilizzabili anche uno alla volta), in condizioni di massima sicurezza e cioè a domicilio delle persone, direttamente nelle cassette della posta, quindi senza spostamenti né assembramenti. Insieme al bonus anche una mascherina per ciascuna delle famiglie.

Un lavoro che ha visto il coordinamento del Settore Comunale dei Servizi Sociali, diretto dal dott. Giovanni Della Casa, che subito dopo il decreto governativo di fine marzo ha emanato le linee guida per le domande, ha predisposto l’istruttoria e avviato la consegna già l’altro ieri. Un lavoro intenso che ha visto coinvolte circa 50 persone fra cui 25 persone per la consegna fra autisti comunali, Personale dei Servizi Sociali, volontari Auser e volontari dell’associazione carabinieri in congedo. Un lavoro che ha coinvolto anche 20 collaboratori dei servizi sociali comunali per 10 giorni tra attività amministrative, colloqui telefonici, istruttorie e organizzazione: a tutti è stato espresso dai beneficiari la gratitudine con numerose telefonate e attestati di ringraziamento per aver condotto con grande impegno l’intera operazione.

Una rete di protezione per i nuclei familiari in difficoltà già avviata dal Comune di Fermo ben prima dei buoni spesa nell’ultimo mese, come ricorda con numeri reali il Sindaco Paolo Calcinaro: “ 56 interventi sociali diretti a famiglie in difficoltà di Fermo per un totale di € 16.620; 80 ulteriori liquidazioni a famiglie numerose con media di € 300 per intervento in corso di assegnazione; 117 ulteriori interventi su canoni di locazione con media di € 100 ad intervento in corso di liquidazione; 1.121 bonus alimentari erogati in due giorni ad altrettante famiglie fermane. Non riusciamo a contare i pacchi spesa erogati, anche a domicilio, tramite Il Ponte, che ringrazio di cuore. Con la consapevolezza che i problemi sono ancora tanti e che di certo sarà impossibile andare incontro a tutti, credo proprio che i Servizi Sociali di Fermo stiano facendo il meglio possibile. E li ringrazio a partire dall’assessore Mirco Giampieri e al Dirigente Gianni Della Casa” – le parole del Sindaco – per i buoni spesa, dopo questa prima fase ce ne sarà una seconda, alla fine del mese di aprile, per le categorie che dovranno essere maggiormente sostenute”.

“In questi giorni prima di Pasqua il nostro pensiero non poteva non andare a chi vive dei momenti di difficoltà ed è per questo che abbiamo voluto, con grande impegno da parte di tutti, e nell’occasione ringrazio il Dirigente Della Casa, i Servizi Sociali, lo staff, operatori e assistenti sociali, gli autisti, Auser e carabinieri in congedo – ha detto Mirco Giampieri, assessore alle Politiche Sociali – in due giorni consegnare questo aiuto. Nel frattempo i servizi sociali hanno gestito anche tanti e diversi interventi per le famiglie che si trovano nel disagio, così come stati riconvertiti i servizi domiciliari che erano stati sospesi“.

I beneficiari dei buoni spesa li possono spendere sin da subito, potendo godere anche di uno sconto aggiuntivo del 10% sul valore dei buoni stessi, con la raccomandazione di farlo il più possibile vicino casa: l’elenco degli esercizi aderenti (che è stato consegnato con i buoni) è in aggiornamento ed è consultabile sul sito del Comune (www.comune.fermo.it alla sezione bonus alimentare). Altri negozi ancora interessati potranno continuare ad aderire.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti