facebook twitter rss

Coronavirus, 30 contagi in città
Loira: “Grazie alla solidarietà
P.S.Giorgio ce la farà”

P.S.GIORGIO - Sono una trentina i casi di contagio da Coronavirus in città. A comunicarlo è stato questa mattina il sindaco Nicola Loira. "Qualcuno sta guarendo ma a qualche famigliare è stata invece riscontrata la positività" ha detto il primo cittadino nel videomessaggio registrato per augurare la buona Pasqua ai sangiorgesi.
Print Friendly, PDF & Email

Nicola Loira

Sono una trentina i casi accertati di positività al Coronavirus a Porto San Giorgio. I dati sono stati resi noti stamattina dal sindaco Nicola Loira. “Qualcuno sta guarendo ma a qualche famigliare è stata riscontrata invece la positività” ha detto il primo cittadino nel videomessaggio di auguri postato su Facebook. “I dati del Fermano ci dicono che dobbiamo ancora impegnarci a fondo per uscire da questa situazione di emergenza. Nessuno si sarebbe immaginato di poter trascorrere una Pasqua come questa”.  Contraddistinta peraltro da splendide giornate sul fronte del meteo. “Che avrebbero sicuramente fatto rinascere la nostra città riempendo spiaggia a piazze. Sarebbero stati i giorni che avrebbero anticipato i festeggiamenti per il Patrono, fiera e festa. Tutto questo non potrà esserci“. Loira ha poi rivolto un pensiero a chi “sta vivendo giorni di sconforto per la perdita dei propri cari” e a chi invece sta attraversando giorni  “di angoscia e paura per la malattia”.

Il sindaco parla ai sangiorgesi e cerca di rincuorali ricordando che in fondo al tunnel c’è una luce, una bella storia da raccontare. “La straordinaria solidarietà che si è sprigionata nella nostra città. Una gara a fare tanto che sta contagiando tutti. Possiamo dire che la solidarietà a Porto San Giorgio si diffonde molto più del virus”. Infine l’appello. “Se riusciremo a mantenere questo spirito anche in quella che chiamano la fase due sono convinto che Porto San Giorgio ce la farà”.

Sa. Ren.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti