facebook twitter rss

Pasqua, tutti a casa contro il Coronavirus
Nel Fermano piazze e parchi vuoti

PASQUA - Strade e parchi vuoti. Spiagge desolate. Non poteva esserci migliore risposta all'appello del Governo da parte del territorio provinciale. Il Fermano è rimasto a casa in questa indimenticabile Pasqua. Anche così si combatte la diffusione del contagio.
Print Friendly, PDF & Email

Tutti a casa. Strade deserte, piazze e parchi controllati dalle forze dell’ordine. Spiagge desolate. Una Pasqua che non dimenticheremo facilmente. Le principali città della Provincia di Fermo hanno risposto così all’appello del Governo. Nonostante il meteo invitante, con sole e temperature primaverili, ad uscire sono stati veramente in pochi. Anche così si combatte infatti la diffusione dell’epidemia. Da Porto Sant’Elpidio a Pedaso, da Fermo a Porto San Giorgio, passando per Sant’Elpidio a Mare, le foto mostrano centri storici spopolati, strade libere dalle auto, spiagge vuote. Territorio presidiato dalle forze dell’ordine come espressamente ordinato dal Viminale per limitare al minimo gli spostamenti non necessari.

E lo stesso accadrà domani, giornata tradizionalmente dedicata alle gite fuori porta. Stop alle cerimonie religiose. Si riscopre la voglia di stare a casa, di pranzare in famiglia, anche via Skype. In aiuto arrivano gli smartphone ed i social diventano strumenti privilegiati per condividere pensieri e scambiarsi gli auguri. Il pensiero va però a chi non c’è più. A chi il Covid19 non gli ha lasciato scampo, a chi lo combatte in prima linea ogni giorno, da settimane. A quell’esercito di famiglie alle prese con inaspettate e pesanti difficoltà economiche, ai quali i sindaci stanno cercando di dare una mano, stretti tra  burocrazie e contabilità. Città quasi fantasma, dove per fortuna la speranza non lascia spazio alla rassegnazione. Un silenzio “assordante” lungo le strade. Non si passeggia. Non si esce, si resta a casa. In fondo  è quello che ci chiedono e dobbiamo fare.

(foto di Sandro Renzi, Simone Corazza, Pierpaolo Pierleoni)

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti