facebook twitter rss

Festa del Patrono, parrocchia
e Comune si confrontano
Celebrazioni senza persone
per limitare il contagio

PORTO SAN GIORGIO - Contatti in corso anche con l'Amministrazione comunale per definire le modalità concrete di celebrazione della festa del Patrono San Giorgio Martire. Nessun evento, pure religioso, potrà ovviamentre vedere la partecipazione della gente, come peraltro prevedono le normative anti Covid19.
Print Friendly, PDF & Email

Sono in corso con l’Amministrazione comunale contatti per stabilire cosa si potrà fare e cosa no per celebrare la festa del Santo Patrono. Nel sito web della parrocchia San Giorgio Martire è stato pubblicato un aggiornamento proprio oggi. Le normative varate per contenere la diffusione del contagio da Covid19 sono piuttosto rigorose e non lasciano spazio ad interpretazioni, soprattutto quando si fa riferimento ad eventi che possono creare le condizioni per assembramenti di persone. “Terminate le celebrazioni pasquali ho già avviato un confronto con le istituzioni locali per individuare cosa ci è possibile fare per manifestare la nostra devozione al nostro patrono ottemperando alle disposizioni governative -scrive il parroco don Mario Lusek- analogo confronto l’ho avviato con l’Ufficio Comunicazioni Sociali della nostra Curia Diocesana e abbiamo già individuato alcune modalità da sottoporre al vaglio della superiore autorità civile e religiosa”.

Al termine di questo confronto verranno quindi comunicate le modalità concrete di celebrazione della Festa “che quest’anno avrà una dimensione esclusivamente religiosa e che comunque potrà avvenire senza concorso di popolo” si tiene ancora a precisare. Quello delle celebrazioni in onore del Santo Patrono è senz’altro uno degli appuntamenti più sentiti dalla comunità locale, come testimoniano le passate edizioni, tutte partecipate e caratterizzate dalla solenne processione.

Sa. Ren.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti