facebook twitter rss

Tributi, Sant’Elpidio a Mare rinvia il pagamento di Tari e illuminazione votiva

SANT’ELPIDIO A MARE - In questo momento di difficoltà, non solo sanitaria, l'Amministrazione comunale ha voluto essere vicina alle famiglie ed attività imprenditoriali spostando in avanti il pagamento delle rate della Tari, la prima rata dal 16 aprile al 5 giugno, la seconda rata dal 16 luglio al 5 settembre.
Print Friendly, PDF & Email

Il sindaco Terrenzi

L’amministrazione comunale ha rinviato il pagamento della tari e dell’illuminazione votiva. In questo momento di difficoltà, non solo sanitaria, l’Amministrazione comunale ha voluto essere vicina alle famiglie ed attività imprenditoriali spostando in avanti il pagamento delle rate della Tari, la prima rata dal 16 aprile al 5 giugno, la seconda rata dal 16 luglio al 5 settembre.

Le somme da versare rappresentano un acconto in quanto non sono state ancora ben definite le nuove norme per il calcolo delle tariffe per il 2020. Le nuove tariffe saranno calcolate sulla base dei nuovi parametri fissati dall’Arera – agenzia ministeriale.

Per questo motivo sono stati inviati ai cittadini gli avvisi di pagamento senza la rata unica e senza la terza rata a saldo, prevista per dicembre. E’ stata rinviato al 5 giugno anche il pagamento dei bollettino dell’illuminazione votiva. “Si tratta di importi non elevati – aggiunge il Sindaco, Alessio Terrenzi – ma anche questa scelta è motivata dalla volontà di evitare alle persone di muoversi da casa e di tenersi lontane dagli assembramenti che si possono creare negli uffici postali. In entrambi i casi si tratta di provvedimenti assunti per andare incontro alle famiglie che sappiamo essere particolarmente provate in questo periodo”.

“Lo scenario sui tributi locali ed in particolar modo sulla Tari – aggiunge il Vice Sindaco nonché Assessore al Bilancio e Tributi Mirco Romanelli – è in continua evoluzione a causa della pandemia in corso che, oltre ai cittadini, sta mettendo a dura prova l’assetto ordinario del bilancio comunale. Certo è che se ci saranno ulteriori modifiche a livello nazionale sul fronte rifiuti o sul fronte tributario le recepiremo e ne daremo adeguata comunicazione”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti