facebook twitter rss

Emergenza Coronavirus, pagamento dei tributi posticipato al 30 settembre 2020

PORTO SANT'ELPIDIO - “Una scelta – ha concluso l’Assessore al Bilancio Emanuela Ferracuti - motivata sia dalla volontà di non gravare sulla situazione economica già difficile che sta attraversando la nostra comunità a causa dell'epidemia da Coronovirus, sia dalla necessità di evitare inutili assembramenti"
Print Friendly, PDF & Email

In conseguenza dell’emergenza sanitaria da Covid-19 in atto, l’amministrazione comunale di Porto Sant’Elpidio ha deciso di posticipare le scadenze dei tributi TARI (Tassa Rifiuti), TOSAP, Diritti Pubbliche Affissioni, Canone Impianti Pubblicitari al 30 settembre 2020 per effetto dell’Ordinanza Sindacale n. 10 del 24.03.2020 ratificata dal Consiglio Comunale in data 07.04.2020.

Sono altresì sospesi tutti i pagamenti rateali di entrate tributarie aventi scadenza a partire dal 31.03.2020 e sino al 30.06.2020. L’Ufficio Tributi del Comune e lo sportello della società ICA, concessionaria della riscossione, sono chiusi al pubblico in osservanza del D.P.C.M. 10.04.2020.

Per comunicazioni urgenti è comunque possibile contattare gli uffici ai seguenti recapiti: Ufficio Tributi e-mail: psetributi@elpinet.it tel. 0734-908226 (dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 13.00)
Sportello ICA e-mail: ica.pselpidio@icatributi.it tel. 392/3802288 (dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 12.00)

“Siamo consapevoli – ha detto il Sindaco Nazareno Franchellucci – che queste proroghe rappresentano solo un palliativo e che il vero aiuto che potremmo dare alla cittadinanza sarebbe un effettivo annullamento delle imposte. Questo tipo di soluzione dipende molto dalle disposizioni che verranno prese dal governo centrale, ci auguriamo di poter dare un effettivo aiuto che possa dare respiro a cittadini e imprese”.

“Una scelta – ha concluso l’Assessore al Bilancio Emanuela Ferracuti – motivata sia dalla volontà di non gravare sulla situazione economica già difficile che sta attraversando la nostra comunità a causa dell’epidemia da Coronovirus, sia dalla necessità di evitare inutili assembramenti presso gli istituti bancari, gli uffici postali o presso altri operatori per effettuare il versamento dei pagamenti degli oneri spettanti alla Città”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti