facebook twitter rss

VIDEO INTERVISTA
Massimo Cupillari: “Questi momenti siano acceleratori di intenti già programmati”

ECONOMIA - L'approfondimento sui tempi e sulla rilevanza della crisi economica e sull'importanza di coglierne gli aspetti positivi. Intervista a Massimo Cupillari, Wealth Advisor di Banca Mediolanum.
Print Friendly, PDF & Email

 

di Maria Elena Grasso

Continua l’approfondimento nel mondo dell’economia in questo lungo periodo di cambiamenti. L’intervista a Massimo Cupillari, Wealth Advisor di Banca Mediolanum traccia un excursus che va dall’inizio della crisi, (sanitaria ed economica) fino ad ipotizzare possibili scenari del ‘post-pandemia’. I complessi risvolti economici scaturiti dalla recessione globale in principio sono stati sottovalutati, il pensiero predominante sosteneva che sarebbe stato un periodo decisamente più breve e meno impattante sul mondo della finanza. Così non è stato, in poco più di un mese è cambiato tutto, come racconta Massimo Cupillari: “Siamo passati da un momento idilliaco, dove il mondo correva e aveva superato i problemi dei dazi tra Cina e Stati Uniti, ad un periodo di stallo totale e di crollo dei mercati. Inevitabile conseguenza per aver minimizzato le conseguenze del Coronavirus sia a livello medico che economico. Il fondo monetario evidentemente non aveva intuito la recessione che di lì a poco sarebbe stata sotto gli occhi di tutti. Quella che stiamo attraversando è una emergenza diversa dalle altre. Si tratta di una crisi esogena, non è scaturita da problemi legati all’economia, è pervenuta dall’esterno. E’ una situazione complessa, ma sappiamo che adotterà comportamenti identici alle altre crisi. Facendo un parallelismo con la situazione medica si può sostenere che anche l’economia produce anticorpi. Anticorpi che come stiamo vedendo si sono prontamente attivati; in questo caso infatti abbiamo assistito al calo prezzo del petrolio, all’abbassamento dei tassi d’interesse, alla svalutazione dell’euro nei confronti del dollaro”.

I tempi tecnici per verificare gli effetti degli ‘anticorpi’ non sono ovviamente immediati, l’incertezza è determinata soprattutto dai fattori di durata e profondità del momento critico. “Ma ne usciremo, – continua Cupillari – e quando succederà, i propulsori economici saranno ‘oro’ per le imprese, per la produzione e per gli accessi al credito, per l’esportazione etc. Nel 2021 si auspica una crescita florida e considerevole”.

In un tempo che sa di incertezza e precarietà, un fattore determinante sul tema del risparmio e degli investimenti, è rappresentato dalla professionalità e dalla conoscenza. Si rivela dunque fondamentale, specialmente adesso, affidarsi a esperti di finanza, per poter cogliere il meglio delle opportunità, anche in questo nuovo momento storico.

“Il wealth advisor è una figura che avrà un ruolo preponderante, – sottolinea il consulente di Banca Mediolanum –  continuando la similitudine, la banca centrale rappresenterà il ‘medico’ che darà respiro agli imprenditori e i governi impersoneranno altri ‘medici’ che cureranno strutturalmente le imprese dando il reddito in mano ai cittadini e alle aziende. In questa fase, altamente delicata del mondo del risparmio è fondamentale affidarsi ai professionisti. Occorre razionalità e conoscenza per saper intravedere e cogliere le opportunità che si presentano. Attraverso metodi precisi si può pensare di investire le proprie disponibilità facendo in modo che questi momenti siano acceleratori di soluzioni di intenti già programmati. Resta fondamentale, capitalizzare secondo gli obiettivi familiari e non di mercato, mantenendo fede ai traguardi già pianificati“.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti