facebook twitter rss

Rimborso spese lotteria Primo Maggio, Marcotulli:
“Assessore o giunta si carichino le spese,
pronto un esposto alla Corte dei Conti”

PORTO SANT'ELPIDIO - Il capogruppo FdI: "Ravvisato l'errore dell'amministrazione per aver commissionato impropriamente l'incarico chiedo che si ritiri la delibera e si faccia carico della spesa direttamente l'assessore, o la giunta tutta se ha avallato l'incarico, diversamente provvederemo ad una segnalazione alla Corte dei Conti"
Print Friendly, PDF & Email

Giorgio Marcotulli

“Se non fosse per il periodo di emergenza e di difficoltà verrebbe da riderci su e ci limiteremmo a rappresentare il solito modo di amministrare mai adeguato a cui purtroppo ci hanno abituato, invece la particolare situazione che viviamo ci obbliga ad essere ancor più rigorosi specialmente se si tratta di risorse pubbliche”. E’ l’affondo di Giorgio Marcotulli, capogruppo consiliare di Fratelli d’Italia a Porto Sant’Elpidio, nei confronti dell’amministrazione Franchellucci. pomo della discordia? La lotteria del Primo Maggio. Ma è lo stesso Marcotulli ad entrare subito nei dettaglia della sua reprimenda che si conclude con precise richieste: “Si ritiri la delibera e si faccia carico della spesa direttamente l’assessore, o la giunta tutta se ha avallato l’incarico, diversamente provvederemo ad una segnalazione alla Corte dei Conti”.

Marcotulli che esprime i suoi dubbi ponendo una serie di interrogativi: “Dalla delibera di giunta 71 del 22 aprile scorso apprendiamo che l’amministrazione senza, a quanto pare, alcun atto formale, quindi in maniera a mio avviso illegittima, aveva affidato da tempo la gestione della lotteria del Primo Maggio 2020 alla locale Pro loco senza appunto averlo deliberato. Forse è stato fatto verbalmente? Da chi? L’evento, causa emergenza Covid-19 è stato poi annullato quando già purtroppo la Pro loco,  aveva commissionato e fatto realizzare la progettazione grafica ed i 14.999 biglietti ad un costo di 1.600 euro circa che vengono ora rimborsati dal Comune alla Proloco. Ora che la delibera di autorizzazione è mancante e l’imprevisto Covid impedisce la realizzazione dell’evento, l’affidamento e la spesa sono da intendersi a nostro avviso illegittimi. Pertanto ravvisato l’errore dell’amministrazione per aver commissionato impropriamente l’incarico chiedo che si ritiri la Delibera e si faccia carico della spesa direttamente l’assessore, o la giunta tutta se ha avallato l’incarico, diversamente provvederemo ad una segnalazione alla Corte dei Conti”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti