facebook twitter rss

Peter e Paola hanno detto sì,
primo matrimonio celebrato in emergenza Covid

PORTO SAN GIORGIO - Il sindaco Nicola Loira ha unito in rito civile l’austriaco Peter Kopp e la trentina Paola Cestari. La volontà di sposarsi a Porto San Giorgio è nata alcuni anni fa: i due coniugi si conobbero da turisti ed hanno voluto suggellare l'importante passo proprio dove amano trascorrere le loro vacanze.
Print Friendly, PDF & Email

 

Non arrendersi mai. Dopo i rinvii nella prima fase della pandemia, è stato officiato oggi pomeriggio nella sala del sindaco del Comune di Porto San Giorgio il primo matrimonio dell’emergenza Covid.

Il sindaco Nicola Loira ha unito in rito civile l’austriaco Peter Kopp e la trentina Paola Cestari. La volontà di sposarsi a Porto San Giorgio è nata alcuni anni fa: i due coniugi si conobbero da turisti ed hanno voluto suggellare l’importante passo proprio dove amano trascorrere le loro vacanze.

Sicuramente un momento insolito ma che rappresenta una luce di speranza in una drammatica emergenza. Anche il look si è adeguato all’occasione: abito bianco, mascherina floreale e guanti per la sposa. Doppiopetto blu, mascherina fantasia e guanti per lo sposo. Mascherine e guanti anche per sindaco e testimoni. Un matrimonio che per Porto San Giorgio e per le tante località turistiche d’Italia ha un valore aggiunto. Il fatto che i due si siano conosciuti proprio da turisti, è un segnale di speranza per tutta la categoria, in questo momento in ginocchio. Una testimonianza, se mai ce ne fosse bisogno, del grande valore anche sociale del terzo settore, dall’ospitalità all’intrattenimento, passando per ristoranti, locali notturni e stabilimenti balneari.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti