fbpx
facebook twitter rss

Tragedia sull’asfalto
Schianto con la motocicletta:
muore un 23enne

PORTO SAN GIORGIO - Il giovane stava percorrendo la via che collega il centro alla zona sud della città quando è caduto con la sua Yamaha. Sul posto, i sanitari della Croce azzurra sangiorgese, l'automedica, la Polizia stradale al lavoro sulla dinamica del sinistro e una pattuglia delle Volanti della Questura. Strada chiusa in entrambi i sensi di marcia
Print Friendly, PDF & Email

di Giorgio Fedeli

Purtroppo non ce l’ha fatta, soccorso in condizioni disperate dopo l’incidente stradale in via xx settembre, un giovane di 23 anni, C.M. è spirato all’ospedale Murri di Fermo dove i sanitari, dopo aver provato in ogni modo a rianimarlo, lo hanno trasportato d’urgenza. Una tragedia immane piombata sulla città. Con i familiari e gli amici dilaniati da un dolore incalcolabile per una giovane vita spezzatasi troppo, troppo presto.

Erano circa le 19,45 quando il 23enne, residente sulla costa fermana, è rimasto coinvolto in un incidente stradale in via xx settembre con la sua motocicletta, una Yamaha. Ancora tutta da chiarire e definire la dinamica dell’accaduto, con la moto scivolata sull’asfalto per decine di metri. In terra resta anche un segnale stradale divelto.

Il giovane è stato soccorso dai sanitari della Croce azzurra di Porto San Giorgio e dal personale dell’automedica della Croce azzurra Sant’Elpidio a Mare. Con loro, sul luogo del sinistro, anche una pattuglia della polizia stradale, che sta lavorando sulla ricostruzione della dinamica dell’accaduto, e in ausilio una pattuglia della sezione Volanti della Questura di Fermo. I poliziotti hanno chiuso via xx settembre in entrambi i sensi di marcia per agevolare le operazioni di soccorso. Le condizioni del 23enne sono subito apparse gravissime, disperate. I militi dell’Azzurra hanno provato in ogni modo a rianimarlo fino a quando l’ambulanza ha acceso le sirene e si è lanciata da via xx settembre verso il Pronto soccorso dell’ospedale Murri di Fermo. E lì, purtroppo il tragico epilogo, il cuore del giovane motociclista ha smesso per sempre di battere gettando nella più lancinante disperazione i familiari e i tanti, tantissimi amici che si sono catapultati sul posto per conoscere le sue condizioni fino a quando non sono stati investiti dalla peggiore delle notizie.

(notizia in aggiornamento)

Sostieni Cronache Fermane

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane la redazione di Cronache Fermane lavora senza sosta per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e in tempo reale sull’emergenza Coronavirus e molto altro. Impieghiamo tutte le nostre forze senza ricevere alcun finanziamento pubblico destinato all’editoria. Sappiamo che, adesso più che mai, l’informazione è fondamentale per la nostra comunità: per questo continuiamo a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. La situazione attuale ha comportato inevitabilmente una forte riduzione di quei contratti pubblicitari che ci hanno consentito in questi 4 anni di attività di offrirti un servizio gratuito. Se apprezzi il nostro lavoro e ritieni che sia importante conoscere quanto accada sul tuo territorio, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Oppure tramite Bonifico Bancario, inserendo come causale "erogazione liberale":

  • IBAN: IT67V0311169451000000003233
  • Intestatario: CF Comunicazione S.r.l.s. - Banca: UBI Banca S.p.A


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X