facebook twitter rss

Quinta Bandiera Blu
consecutiva per la città di Fermo

TURISMO - Stamane la cerimonia on line che ha confermato, da Roma, la qualità delle spiagge, la pulizia delle acque e l'efficienza dei servizi tra Marina Palmense, Lido di Fermo e Casabianca. La soddisfazione dell'amministrazione comunale nelle parole del sindaco Calcinaro e degli assessori Ciarrocchi e Trasatti
Print Friendly, PDF & Email

L’assessore Alessandro Ciarrocchi

Quinta Bandiera Blu consecutiva per Fermo.

La cerimonia questa mattina, come sempre organizzata da Fee Italia, organizzata in questa edizione in modalità on line, con i Comuni che vengono insignìti di questo ambìto riconoscimento che determina la qualità di una spiaggia, in funzione della pulizia delle acque e dell’efficienza dei servizi, fra cui appunto la Città di Fermo che anche per il 2020 vede sulla ribalta le spiagge di Marina Palmense, Lido di Fermo e Casabianca.

In collegamento in diretta via Facebook da Roma il presidente della Fee Italia, Claudio Mazza e Valentina Cafaro, operatore nazionale Programma Bandiera Blu. Per la Città di Fermo collegato dal Palazzo Comunale l’assessore alle Politiche Ambientali Alessandro Ciarrocchi.

Nel 2020 le spiagge Bandiera Blu in Italia sono 407 (195 i Comuni, dodici in più rispetto al 2019). Un riconoscimento che vuole dare merito e valore a quelle amministrazioni che mettono in campo azioni e iniziative indirizzate al miglioramento ambientale nel campo della qualità delle acque di balneazione, della raccolta dei rifiuti, dei consumi energetici, dell’informazione e dell’educazione ambientale, della promozione turistico-ambientale e della pianificazione del territorio.

Un momento della videoconferenza

La Bandiera Blu è un riconoscimento internazionale assegnato dalla Fee (Federation for Environmental Education), istituito nel 1987 (Anno europeo dell’Ambiente) che viene assegnato ogni anno in 48 Paesi, inizialmente solo europei, più recentemente anche extra-europei, con l’obiettivo di certificare la qualità ambientale delle località turistiche balneari.

“Esprimo soddisfazione per questo riconoscimento, per questa nuova Bandiera Blu, speriamo che sia di buon auspicio: sono cinque anni che come amministrazione comunale ci fregiamo di questa possibilità e fa particolarmente piacere per il lavoro impostato. Speriamo bene in questo difficile momento, abbiamo visto come la Regione Marche cerca di sostenere con linee guida il comparto del turismo, linee guida che sono accettabili per i nostri stabilimenti e speriamo che si rimanga in questa direzione” – ha detto il sindaco Paolo Calcinaro.

“Una cerimonia surreale per ovvi motivi, molto diversa dalla celebrazione avvenuta lo scorso anno a Roma. Resta comunque la soddisfazione di aver confermato per l’ennesima stagione l’eccellenza del nostro litorale e non solo per quanto riguarda la qualità delle acque ma anche e soprattutto per i servizi offerti a turisti e residenti, sia dal punto di vista ambientale, molto apprezzati i balzi numerici in tema di raccolta differenziata e i nuovi servizi offerti ai bagnanti sulle spiagge libere, oltre alla spiaggia dedicata agli amici a 4 zampe, che per quel che riguarda l’offerta turistica, basti solo pensare al grande richiamo d’immagine del Jova Beach Party. Condivido virtualmente questo riconoscimento con il mio staff, ma soprattutto con i concessionari balneari e gli operatori turistici nella speranza che questo vessillo diventi simbolo della ripartenza, dopo un periodo difficile” – ha detto l’assessore all’Ambiente, Alessandro Ciarrocchi.

Le Bandiere Blu marchigiane 2020

“Siamo onorati di essere stati insignìti per il quinto anno consecutivo della Bandiera Blu, che certifica anche i servizi di accoglienza dal punto di vista turistico che l’Ente locale appronta. Dunque, anche in questo caso si attesta e si riconosce un impegno che abbiamo portato avanti e portiamo avanti ancora in questa direzione, con i dovuti adeguamenti conseguiti all’emergenza sanitaria. In fatto di servizi come non ricordare, per fare solo alcuni esempi, il numero unico dedicato che sarà nuovamente attivo, il potenziamento degli uffici informativi costieri, servizio che anche quest’anno è stato già appaltato e, come annunciato, il protocollo d’intesa sulla sorveglianza delle spiagge libere, con la preziosa collaborazione di volontari e associazioni cittadine” – ha dichiarato l’assessore al Turismo Francesco Trasatti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti