facebook twitter rss

Invita gli amici a casa, dal vicinato
parte la chiamata ai carabinieri
e gli ospiti si dileguano

FERMO - Sul posto diverse pattuglie dei carabinieri e, in ausilio, una volante della polizia di Stato. L'affittuario dell'appartamento, dopo gli accertamenti compiuti dai militari dell'Arma, è stato sanzionato per la violazione delle norme anti-Covid19
Print Friendly, PDF & Email

(foto d’archivio)

di Giorgio Fedeli

Aveva invitato alcuni amici a casa. ma quando le voci degli ospiti sono arrivate all’orecchio dei vicini, è subito scattata la telefonata al 112. Così questa sera, intorno alle 20,30, a Lido Tre Archi sono arrivate tre pattuglie dei carabinieri e, in ausilio, una della polizia di Stato. Ma quando i militari dell’Arma hanno raggiunto l’appartamento, al suo interno hanno trovato solo l’inquilino, un uomo regolarmente in affitto in quella casa. E, dopo gli accertamenti di rito, per lui è scattata la sanzione per la violazione delle norme Anti-Covid19.

Sì perché dal vicinato, avendo sentito le voci di diverse persone provenire da quell’appartamento dove l’uomo vive da solo, è partita la segnalazione. I carabinieri sono arrivati a Lido Tre Archi in forze ma alla fine hanno constatato che non vi erano motivi per allertarsi, se non per la violazione delle norme anti contagio. L’arrivo delle divise, però, ha spinto quegli amici invitati per l’ora di cena, a dileguarsi. Ma questo non ha impedito ai carabinieri di effettuare gli accertamenti del caso. E così per l’affittuario è scattata la sanzione. Un invito allargato, il suo, che gli è costato caro. Con lui è stata sanzionata anche una seconda persona, anche questa, per i carabinieri, responsabile insieme all’affittuario, di aver violato le norme antiCovid19 trovandosi all’interno della casa oggetto di accertamenti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti