facebook twitter rss

#IoSguardoDentro: nel progetto
di Mus-e Italia onlus e Zefiro
le parole dei bambini
per raccontare il mondo di domani

PROGETTI - Un nuovo progetto dell’associazione Mus-e Italia onlus e della casa editrice Zefiro per invitare i bambini delle scuole primarie a proporre pensieri e desideri sul tema: «dopo il virus… che mondo vorrei?»
Print Friendly, PDF & Email

Si intitola #IoSguardoDentro la nuova sfida creativa rivolta ai bambini delle scuole primarie di tutta Italia che vede insieme Mus-e Italia Onlus e la casa editrice fermana Zefiro.

“Dopo il successo di #IoSguardoFuori, che ha portato centinaia di bambini da tutto il Paese ad inviare a Mus-e Italia i disegni della loro esperienza di quarantena per raccontare cosa vedevano dalla finestra, l’associazione presieduta da Alessandro Garrone, che si occupa di inclusione ed integrazione sociale a scuola attraverso l’arte – fanno sapere proprio da Mus-e e Zefiro – ha deciso di rilanciare con una proposta dedicata stavolta alla scrittura. A dare ancor più valore alle opere di questi giovanissimi artisti sarà poi la casa editrice fermana Zefiro che, al fianco di Mus-e, ha scelto di sposare il progetto”.

Carlo Pagliacci

“L’idea è quella di stimolare i bambini a proporre riflessioni scritte sul tema ‘Dopo il virus…che mondo vorrei?’. Abbiamo pensato che sarebbe stato importante aprirci al domani, al mondo che i più piccoli si immaginano per il futuro. Questa esperienza di isolamento forzato – sottolinea Garrone – segnerà in modo indelebile ognuno di noi, figurarsi i bambini che hanno dovuto subire una condizione di privazione fortissima, soprattutto sul piano relazionale, in una fase della loro crescita in cui è fondamentale avere un contatto con gli altri, i compagni, gli amici, per giocare e studiare insieme”.

“Zefiro ha collaborato in molte occasioni con Mus-e, condividendone i principi ispiratori e mettendo sempre al centro l’attenzione per la creatività ed i talenti artistici dei bambini – ricorda l’editore Carlo Pagliacci – Di solito li incontriamo nelle scuole, durante i laboratori di scrittura da noi organizzati, e alle presentazioni di tutti quei libri scritti ed illustrati per loro dai nostri autori. Oggi scegliamo, invece, di averli come protagonisti di una pubblicazione che sia interamente frutto non solo del loro estro creativo, ma anche, e soprattutto, delle emozioni, dei pensieri e, perché no, delle paure che in questo periodo storico confuso e difficilissimo hanno dovuto affrontare. I migliori componimenti saranno raccolti in un libro i cui proventi andranno in parte a finanziare le attività di Mus-e Italia”.

Per partecipare, basterà inviare il proprio elaborato (massimo 2.500 battute) in formato word all’indirizzo mail: iosguardodentro@mus-e.it. Saranno ammesse anche foto in formato digitale della pagina di quaderno, purché perfettamente leggibili. Il termine ultimo per l’invio è il 10 giugno.

“Teniamo a dare larga diffusione a questa iniziativa – è l’appello di Federica Maltese, segretario generale di Mus-e Italia – coinvolgendo le scuole ed i loro dirigenti, le classi Mus-e e non, i singoli insegnanti ed i genitori. Iniziamo a guardarci dentro, facciamolo insieme ai bambini e chiediamo loro come immaginano il mondo quando questa emergenza sarà finita”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti