facebook twitter rss

TRUFFE AI TEMPI DEL COVID19
Falsificano i buoni di solidarietà
alimentare ma non sfuggono
ai carabinieri: denunciate due donne

MONTEGRANARO - I carabinieri di Montegranaro, guidati dal comandante Di Risio, con una accurata indagine certosina, visionando tutti i filmati del sistema di videosorveglianza, situato all’interno del supermercato, sono riusciti ad identificare le due donne
Print Friendly, PDF & Email

Il comandante della stazione carabinieri di Montegranaro, Giancarlo Di Risio

di redazione CF

“I carabinieri della stazione di Montegranaro a conclusione di una denuncia presentata, all’inizio del mese in corso, da parte del titolare di un supermercato del luogo, hanno accertato che due donne italiane di circa 50 anni, hanno falsificato 23 buoni di solidarietà alimentare rilasciati dal comune di Montegranaro per l’emergenza Covid-19, acquistando generi alimentari per un valore compressivo di circa 190 euro”. E’ il report della compagnia dell’Arma di Fermo sull’ultima indagine conclusasi con due denunce, portata a termine dai carabinieri del Comune calzaturiero guidati dal comandante Giancarlo Di Risio.

“Non è stato facile identificare le due donne poiché i buoni alimentari riportavano matricole assegnate ad altre persone da parte del Comune. I carabinieri di Montegranaro – spiegano dalla compagnia dell’Arma – con una accurata indagine certosina, visionando tutti i filmati del sistema di videosorveglianza, situato all’interno del supermercato, sono riusciti ad identificare le due donne, denunciandole alla procura della repubblica di Fermo per i reati di truffa, spendita e introduzione nello Stato, senza concerto di monete falsificate, parificazione delle carte di pubblico credito alla moneta (artt. 640, 455 e 458 codice penale)”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti