facebook twitter rss

Bilancio di previsione , Nicolai:
“No ad un’opposizione fatta di barricate ma il Sindaco non si chiuda nella sua maggioranza”

FERMO - Il segretario cittadino del Partito Democratico auspica una: "Condivisone fatta di competenze. Crediamo che non ci sia stata una visione di fondo ben ragionata e ponderata, ma ci si è voluti limitare a seguire in maniera distaccata il percorso delineato dal governo centrale"
Print Friendly, PDF & Email

Siamo coscienti della situazione difficile ed emergenziale che l’impatto del covid ha avuto sul nostro paese, a tal proposito il Partito Democratico ha dichiarato fin da subito di non voler fare opposizione di barricata nei confronti dell’Amministrazione Calcinaro; ma è del tutto evidente che la nostra astensione, sul voto in consiglio comunale, derivi proprio da questo approccio verso la Città e non da una considerazione di neutralità di giudizio del primo bilancio di previsione post-covid”. Così il segretario cittadino del Partito Democratico Paolo Nicolai in merito al bilancio di previsione dopo un consiglio comunale da record, lo scorso sabato, durato quasi 12 ore. 

“Infatti, pur consci del momento – evidenzia Nicolai –  crediamo che non ci sia stata una visione di fondo ben ragionata e ponderata, ma ci si è voluti limitare a seguire in maniera distaccata il percorso delineato dal governo centrale (che giustamente si è attivato) senza però calibrare e personalizzare tale bilancio ai bisogni effettivi. Preoccupa principalmente l’eccessiva rinegoziazione dei mutui messa in atto dall’Amministrazione ed il conseguente spostamento del carico debitorio alle generazioni che verranno, inoltre ci allarma la sovrastima nella previsione del flusso di entrate che le casse comunali dovrebbero avere nei mesi prossimi e la mancanza di visone complessiva alla luce delle ricadute economiche che il virus ha purtroppo portato con se. Siamo pronti a valutare accorgimenti e discussioni serie e costruttive sui percorsi da intraprendere, restando vigili nel monitorare i dubbi sovraesposti e sperando per il bene di tutti che non diventino delle certezze. Noi siamo oltremodo responsabili e rispettosi nei confronti di chi governa la città perché consapevoli di come sia difficile prendere decisioni in momenti come questi, ciò non toglie che certe misure debbano essere valutate con spessore politico/amministrativo, condivisione con tutte le forze di maggioranza/minoranza e forte prospettiva futura”.

Nicolai lancia un invito a Calcinaro: “Caro Sindaco, prenda queste astensioni e questi messaggi come una mano che parte della minoranza politica ha voluto tendere all’Amministrazione e non come un mero atto dovuto dalle condizioni date; prenda soprattutto le nostre critiche ed i nostri appunti, ben dettagliati dal nostro capogruppo Malvatani nel consiglio di sabato, come un costruttivo e lucido segnale per il bene di Fermo”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti