facebook twitter rss

Cresce la Residenza Protetta:
c’è l’aumento dei posti letto

SANT'ELPIDIO A MARE - Riconosciuto il numero di 12 degenze per il nucleo demenze e 10 ulteriori postazioni per il nucleo della residenza protetta anziani. Questo permette di passare dai 18 attuali ricoveri ai rinnovati 40 posti letto complessivi, da oggi a disposizione dell’utenza. La soddisfazione del sindaco Terrenzi
Print Friendly, PDF & Email

Alessio Terrenzi

Il direttore generale dell’Asur Marche ha approvato, in data 25 marzo scorso, il piano di convenzionamento con le residenze protette per anziani anno 2020, tenendo conto dell’incremento dei posti letto sia per i nuclei Residenze Protette Anziani che di quelli riferiti agli ospiti con demenze.

Per la Residenza Protetta Anziani di Sant’Elpidio a Mare, è stato riconosciuto un incremento di 12 posti letto per il nucleo demenze e 10 posti letto per il nucleo residenza protetta anziani. Questo permette di passare, a Sant’Elpidio a Mare, da 18 a 40 posti letto a disposizione dell’utenza.

La giunta comunale, con proprio atto deliberato in data odierna, ha preso atto e autorizzato tale schema di convenzione che permetterà di far fronte alle tante richieste che arrivano dalle famiglie in merito agli ingressi nella struttura.

“L’accreditamento di 40 posti letto ha rappresentato per noi, a suo tempo, un grandissimo risultato – dice il sindaco, Alessio Terrenzi – e la convenzione con l’Asur permetterà di dare concretezza all’estensione di un servizio di particolare importanza per le famiglie che hanno persone anziane che necessitano di assistenza. Ringrazio la giunta regionale, il presidente Ceriscioli e dottor Livini per l’importante ruolo che hanno avuto nel raggiungimento di un così importante obiettivo. Per noi è un motivo di grande soddisfazione poter usare a regime quella struttura che rappresenta un vero e proprio fiore all’occhiello non solo per il nostro Comune ma per l’intero territorio. Colgo anche l’occasione per ricordare che, in questa emergenza Covid 19, all’interno della nostra struttura sono state attuate misure preventive che hanno permesso di avere zero contagi tra gli ospiti così come tra il personale. Segno, questo, di una buona gestione anche in una situazione di emergenza, oltre che in situazioni ordinarie”.

Per l’accesso alla struttura restano valide le consuete procedure: presentazione della domanda al distretto di Porto Sant’Elpidio che provvederà ad inoltrare la documentazione all’Area Vasta 4 per la successiva valutazione e per la gestione dell’intera procedura.

“Vista l’attuale situazione di emergenza da Covid-19 e vista la necessità di conservare un ambiente sano e protetto – aggiunge Terrenzi – sarà indispensabile tenere sotto controllo l’andamento delle curve epidemiologiche per poter pensare ad eventuali nuovi accessi non prima del mese di luglio, seguendo la consueta procedura che viene gestita interamente dall’Asur”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti