fbpx
facebook twitter rss

Rocambolesco inseguimento ma i carabinieri
li bloccano: spunta la cocaina,
due uomini in manette

FERMANO - Dal Reparto operativo del comando provinciale dell'Arma: "La droga sequestrata, una volta ripartita e tagliata, avrebbe potuto fruttare ai responsabili dai 12 ai 15 mila euro. I due uomini, dopo le formalità di rito, sono stati associati presso la Casa Circondariale di Fermo a disposizione della locale autorità giudiziaria"
Print Friendly, PDF & Email

di redazione CF

Tentano di sfuggire al controllo dei carabinieri. Ma non ci riescono. E i militari dell’Arma li trovano in possesso di cocaina. Così due uomini sono stati tratti in arresto per detenzione ai fini di spaccio si sostanze stupefacenti

“Nella serata di sabato scorso, i militari del Nucleo Investigativo-Reparto Operativo del Comando provinciale di Fermo, nell’ambito di un’attività di indagine finalizzata al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti – fanno sapere proprio dal comando provinciale dell’Arma di Fermo – hanno tratto in arresto due uomini, uno residente a Pedaso e uno ad Altidona, entrambi di circa 40 anni, nullafacenti, già conosciuti per i loro trascorsi, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di cocaina”.

“I due, dopo un pericoloso tentativo di sottrarsi al controllo, a bordo di un’auto, sono stati bloccati dai militari in contrada Girola di Fermo. A quel punto, il passeggero ha cercato ulteriormente la fuga a piedi e, nel mentre, si disfaceva di un involucro in cellophane contenente circa 60 grammi di cocaina pura, in parte ancora in pietra, che i  carabinieri hanno recuperato sottoponendola a sequestro assieme a due telefoni cellulari utilizzati per i contatti con i vari acquirenti e l’autovettura utilizzata per spostarsi sul territorio per le consegne. La droga sequestrata, una volta ripartita e tagliata, avrebbe potuto fruttare ai responsabili dai 12 ai 15 mila euro. I due uomini, dopo le formalità di rito – concludono dal comando provinciale dell’Arma con il suo Nucleo Investigativo-Reparto Operativo – sono stati associati presso la casa circondariale di Fermo a disposizione della locale autorità giudiziaria”.

Sostieni Cronache Fermane

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane la redazione di Cronache Fermane lavora senza sosta per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e in tempo reale sull’emergenza Coronavirus e molto altro. Impieghiamo tutte le nostre forze senza ricevere alcun finanziamento pubblico destinato all’editoria. Sappiamo che, adesso più che mai, l’informazione è fondamentale per la nostra comunità: per questo continuiamo a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. La situazione attuale ha comportato inevitabilmente una forte riduzione di quei contratti pubblicitari che ci hanno consentito in questi 4 anni di attività di offrirti un servizio gratuito. Se apprezzi il nostro lavoro e ritieni che sia importante conoscere quanto accada sul tuo territorio, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Oppure tramite Bonifico Bancario, inserendo come causale "erogazione liberale":

  • IBAN: IT67V0311169451000000003233
  • Intestatario: CF Comunicazione S.r.l.s. - Banca: UBI Banca S.p.A


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X