facebook twitter rss

Forza Italia dà il benvenuto
al cardiologo Massimiliano Tullio

ADESIONE - "Il dipartimento provinciale Salute di Forza Italia, con alla guida il dottor Tullio, lavorerà affinché le professionalità medico-sanitarie possano godere dei migliori mezzi possibili per una Sanità efficiente e in linea con le esigenze dei cittadini"
Print Friendly, PDF & Email

Il dottor Tullio (al centro) con Jessica Marcozzi e il commissario regionale FI, sen. Francesco Battistoni

“Forza Italia annuncia con orgoglio l’adesione del dottor Massimiliano Tullio”. E’ quanto si apprende da una nota della capogruppo regionale e coordinatrice provinciale FI, Jessica Marcozzi.

“Il noto cardiologo ha, infatti, deciso di entrare in Forza Italia e – fanno sapere gli azzurri – ricoprirà la carica di responsabile provinciale di Fermo del dipartimento Salute del Partito. In una fase così delicata e cruciale per le sorti del nostro Paese che, a causa della pandemia da Coronavirus, sta attraversando uno dei momenti più difficili degli ultimi decenni, poter vantare professionisti di altissimo livello in ambito sanitario è un motivo di vanto e orgoglio per Forza Italia e per tutti i suoi iscritti. Siamo certi che il dottor Tullio, con il suo spessore culturale, professionale e umano saprà apportare un significativo contributo. La Sanità è un nodo cruciale a livello regionale e provinciale. I cittadini esigono, legittimamente, servizi efficienti e risposte adeguate in un settore che Forza Italia reputa da sempre prioritario. Dovendo combattere contro il Covid19, i fermani hanno riscoperto l’enorme professionalità dei sanitari con qualità che però purtroppo spesso si infrangono contro inadeguati fondi e strutture. Il dipartimento provinciale Salute di Forza Italia, con alla guida il dottor Tullio, lavorerà affinché le professionalità medico-sanitarie possano godere dei migliori mezzi possibili per una Sanità efficiente e in linea con le esigenze dei cittadini”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti