facebook twitter rss

Maltempo, mozione di Fratelli d’Italia sullo stato di emergenza, Putzu: “Agricoltura risorsa preziosa”

MALTEMPO - "Sono soddisfatto perchè mi ero attivato con Elena, all’indomani di quelle rovinose giornate, per rappresentarle la difficoltà e la preoccupazione di tanti produttori agricoli e vitivinicoli del Fermano, che hanno visto i loro raccolti duramente colpiti"
Print Friendly, PDF & Email

Andrea Putzu

“Mi fa piacere che il Consiglio regionale delle Marche abbia approvato la mozione presentata dalla nostra capogruppo Elena Leonardi, che chiedeva il riconoscimento urgente dello stato di emergenza e calamità naturale per i Comuni più colpiti dalla violenta ondata di maltempo di maggio. Due giorni, nella seconda decade del mese, che hanno messo a dura prova in particolare le province di Fermo e Macerata”. Inizia così il commento di Andrea Putzu, responsabile nazionale piccoli comuni per Fratelli d’Italia.

“Il provvedimento proposto dalla consigliera di Fratelli d’Italia ha chiesto anche che la Regione, oltre ad interloquire con il Governo centrale per lo stato di emergenza, attivi tutti i mezzi al fine di ristorare agricoltori e produttori danneggiati, in modo da fornire risorse e strumenti necessari ad una piena ripreso ed al massimo sostegno – spiega Putzu –  Sono soddisfatto perchè mi ero attivato con Elena, all’indomani di quelle rovinose giornate, per rappresentarle la difficoltà e la preoccupazione di tanti produttori agricoli e vitivinicoli del Fermano, che hanno visto i loro raccolti duramente colpiti. Aziende hanno visto compromessi interi raccolti e messo a rischio talvolta anche alcune produzioni future, colpendo un settore già fiaccato da condizioni climatiche spesso sfavorevoli negli ultimi anni. Il lavoro non finisce qui. Quello del Consiglio regionale è un positivo passo di partenza, ma occorrerà premere sul Governo affinché, pure in una fase critica come quella attuale, non si dimentichino settori produttivi importanti per il Paese. L’agricoltura marchigiana è una risorsa preziosa che è cresciuta molto. Non dimentichiamo, ad esempio, che siamo la prima regione in Italia per densità di attività di prodotti biologici e la seconda per percentuale di attività commerciali che adoperano ingredienti bio. Un primato che può e deve anche essere uno strumento di promozione del territorio, partendo però dal sostegno concreto alle imprese ed ai produttori nei momenti di difficoltà”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti