facebook twitter rss

Sgravi e riduzioni della Tari,
le misure dell’amministrazione
a sostegno delle attività produttive

FERMO - L'Amministrazione Comunale di Fermo interviene con un taglio alla Tari per sostenere le attività produttive, un aiuto concreto per provare a rilanciare un sistema economico messo a dura prova
Print Friendly, PDF & Email

di Maria Elena Grasso

Nel tentativo di ripartire dopo una lunga pausa forzata, il ruolo delle amministrazioni è quello di coadiuvare le attività commerciali e i privati nel tentativo di un rilancio economico e produttivo. Le misure a sostegno delle imprese non possono che riguardare in larga parte la sfera ‘tasse’. E’ questo lo snodo centrale della conferenza di stamattina, tenuta al B.U.C. Machinery di Fermo e presieduta dal sindaco Paolo Calcinaro. Con lui anche l’assessore Savino Febi.

A descrivere il dettaglio delle misure adottate dal Comune di Fermo, è intervenuto il primo cittadino che ha sottolineato: “Quando ci siamo trovati a studiare il modo migliore per far fronte alla crisi economica provocata dal lockdown, ci siamo subito confrontati e abbiamo cercato di concentrare la plusvalenza di quest’anno, verso le nostre imprese commerciali. In tutto questo non posso che ringraziare l’Ufficio Tributi che ha lavorato in prima linea arrivando a produrre un notevole risultato. Abbiamo pensato di intervenire sulla parte variabile della Tari, andando ad incidere in maniera forte su tutto il comparto delle imprese. Si è provato a calibrare la riduzione parziale o addirittura, in qualche caso totale dell’importo. Tutto questo, cercando di andare incontro in maniera più forte ai settori maggiormente colpiti”.

Nello specifico, si assisterà ad uno sgravio pari al 100% dell’importo per ristoranti, pizzerie, birrerie e agriturismi; la riduzione del 75% ricadrà sui bar, gli stabilimenti balneari, le attività artigianali, nonché gli alberghi , i campeggi, le associazioni sportive, le palestre e ancora altri esercizi commerciali.

“Voglio inoltre ricordare – ha continuato Calcinaro – che sono previsti potenziamenti a favore delle utenze domestiche a basso reddito e per le famiglie con studenti universitari. Con la manovra che presentiamo oggi, l’alleggerimento sarà palese già in autunno; a luglio è prevista la manovra da 200.000 euro, che investirà il settore dei servizi sociali e i primi bandi a sostegno di determinate categorie; infine, il mese di  agosto vedrà l’impiego della somma più considerevole, circa un milione di euro, per il sostegno alle imprese e alle attività produttive. Sono passi decisivi e importanti da parte dell’Amministrazione, un lavoro dovuto nei confronti di chi ha subìto perdite, si trova in difficoltà e nonostante tutto prova a ripartire”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X