fbpx
Jessica Marcozzi Spazio pubblicitario elettorale
facebook twitter rss

“Viarium”, l’avventura di Ramadori
alla riscoperta dei tesori del Fermano
prosegue sulla cascata del Sasso

VALTENNA - "Sono convinto e vorrei convincere tutti che nel 'nostro' Preappennino marchigiano siamo nel luogo del mondo più accogliente per ricchezza e bellezza di ambienti naturali, per eccellenza e addirittura per preminenza di storia, di civiltà e di arte"
Print Friendly, PDF & Email

Prosegue l’avventura di Marco Ramadori alla riscoperta dei tesori artistici, architettonici e ambientali del Fermano, a partire dalla Valtenna. Ramadori, infatti, da sempre innamorato della sua terra, con la sua rassegna ‘Viarium’ si diletta a riscoprire le bellezze che caratterizzano la nostra terra.

E la sua ultima avventura ha come protagonista la cascata del Sasso, dalla sua storia alle sue peculiarità. Prima della cascata, l’approfondimento sulla piccola chiesa di San Vito e Liberato, al confine tra i comuni di Montegiorgio e Monte Vidon Corrado. brevi video realizzati dallo stesso Ramadori con l’intento sì di far conoscere i tesori del Fermano ma anche di stimolare tutti alla visita e alla loro valorizzazione. “Sono convinto e vorrei convincere tutti che nel ‘nostro’ Preappennino marchigiano – spiega, con passione, Ramadori – siamo nel luogo del mondo più accogliente per ricchezza e bellezza di ambienti naturali, per eccellenza e addirittura per preminenza di storia, di civiltà e di arte”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X