facebook twitter rss

Partono i centri estivi a Magliano di Tenna,
novità: c’è anche quello
per la scuola dell’infanzia

MAGLIANO - Il sindaco Cesetti: "L’amministrazione ha raggiunto in pieno il suo duplice obiettivo: supportare economicamente le famiglie in questa difficile fase di emergenza e restituire ai bambini e ai ragazzi il piacere di ritrovare i loro coetanei e amici dopo il lungo periodo di chiusura delle scuole"
Print Friendly, PDF & Email


Una doppia partenza, oggi a Magliano di Tenna con l’inizio dei centri estivi per i bambini e adolescenti di età compresa tra i 3 e i 14 anni.

“Come segno di vicinanza alle famiglie dopo il periodo di lockdown, l’amministrazione comunale – annuncia direttamente il sindaco Pietro Cesetti – ha voluto attivare il servizio ‘Centro estivo 2020’ per le due fasce d’età: 3-6 anni in collaborazione con l’associazione Mp Club e 6-14 anni in collaborazione con la Uisp di Fermo.
Le attività si svolgeranno da oggi al 7 agosto, dal lunedì al venerdì, dalle ore 13.30 alle 18.30 nel pieno rispetto della normativa vigente e delle linee guida per la gestione in sicurezza dei centri estivi con educatori qualificati in spazi differenziati per l’accoglienza e per le attività così che ogni gruppo avrà una propria aula e un proprio spazio all’aperto.
L’iniziativa rivolta ai minori della Scuola Infanzia è una novità in assoluto per il Comune di Magliano di Tenna e grazie ad un progetto finanziato dalla Regione, è completamente gratuita per le famiglie. Si svolgerà presso le aule della Scuola dell’Infanzia e nel giardino antistante. Saranno previste attività ludico-ricreative, laboratori didattici, momenti di svago per permettere ai bambini di ritrovare la socialità perduta a causa dell’emergenza sanitaria Covid-19″.

Nella stessa giornata avrà il via il centro estivo per i minori 6-14 anni. L’iniziativa si svolgerà presso il piano primo della stessa struttura, negli spazi all’aperto e presso il campo sportivo con bambini e i ragazzi impegnati in laboratori didattici e attività ludico-ricreative e sportive alla tariffa agevolata per residenti pari ad un prezzo simbolico di 10 euro a settimana e pertanto 50 euro per l’intero periodo, grazie alle disponibilità proprie di bilancio e ai contributi statali a sostegno dei centri estivi.

“L’amministrazione – conclude il sindaco – ha raggiunto in pieno il suo duplice obiettivo: supportare economicamente le famiglie in questa difficile fase di emergenza offrendo l’opportunità di un supporto educativo per conciliare la cura dei figli con il lavoro e restituire ai bambini e ai ragazzi il piacere di ritrovare i loro coetanei e amici dopo il lungo periodo di chiusura delle scuole. Proprio loro hanno sofferto, forse più di altri, la limitazione della libertà di spostamento”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X