fbpx
facebook twitter rss

Jazz, spettacoli, infanzia ed enosofia:
ecco l’estate di Sant’Elpidio a Mare:
“Ripartiamo dalla bellezza, serve positività”

SANT'ELPIDIO A MARE - Tante iniziative, con il festival diretto da Andolfi come punta di diamante, grazie a nomi come Rava, Cafiso, Molinari e Stochelo Rosenberg
Print Friendly, PDF & Email

di Pierpaolo Pierleoni

Sant’Elpidio a Mare cala il suo programma estivo. Presentati stamattina gli appuntamenti di luglio ed agosto, con l’amministrazione comunale affiancata dall’Amat, a schierare in prima fila un Sant’Elpidio jazz festival che si conferma con nomi di grande prestigio del panorama musicale internazionale. Plaude alle donne della sua giunta il sindaco Alessio Terrenzi: “Sono in buone mani, Giulia Ciarapica e Gioia Corvaro hanno svolto un lavoro ottimo. E’ tempo di lanciare messaggi positivi, di invitare la gente ad uscire e stare insieme, pur prestando attenzione al rispetto delle regole. Non siamo sulla costa, qui non c’è movimento naturale di pubblico, per portare gente servono gli eventi ed abbiamo elaborato un progetto di qualità, col prezioso aiuto delle associazioni. Siamo già partiti con le prime iniziative in settimana e la risposta è già ottima, a conferma della voglia dei nostri concittadini di uscire e divagarsi. Non è stato facile, ma abbiamo superato le difficoltà per organizzare tante iniziative. Spero che ristoranti ed esercizi commerciali colgano l’opportunità. Ci tengo molto, tra le altre cose, al progetto di enosofia, una creazione tutta nostra”.

La parola d’ordine, per l’assessore Giulia Ciarapica, è “ripartire dalla bellezza, da una comunità che ha voglia di tornare alla normalità. Non abbiamo sacrificato certo la qualità e neanche la quantità di proposte. Siamo già partiti con i Casette garden party ed il Giovedì leggo, entrambi sono andati bene. Nella programmazione c’è un occhio di riguardo ai bambini, cioè a chi ha sofferto nei mesi scorsi e meritava considerazione. C’è spazio per il territorio, con le giornate dedicate al Bacci ed al vino, per spingere sul concetto di enosofia. Avremo il ritorno di Umberto Galimberti con un focus sulla scuola e recupereremo le date teatrali saltate causa Covid. Ci sarà qualcosa tutti i giorni”.

L’assessore al commercio e sviluppo economico Gioia Corvaro spiega come sarà suddivisa la stagione:”il lunedì e mercoledì saranno protagonisti la scienza ed i bambini, il martedì sarà la serata del cinema all’aperto, si parlerà di libri il mercoledì a Casette e il giovedì al capoluogo. Nel weekend terrà banco ogni volta un tema diverso: enogastronomia, infanzia, una Città Medioevo rimodulata insieme all’Ente Contesa con spettacolazioni storiche, poi il jazz ed il tema della scuola che ci sta molto a cuore. Recuperare d’estate gli spettacoli teatrali significa anche guardare avanti, perchè per la prossima stagione invernale non vogliamo riproporre ciò che non si è potuto fare”. Si chiama “R-estate il centro” il programma 2020 e la parte antica della città sarà fulcro di buona parte degli appuntamenti, tra piazza Gramsci e piazza Matteotti. Una piazza che vedrà drasticamente ridotta la capienza. “Prima prevedevamo 600 posti seduti e 150 in piedi – nota Corvaro – ora ne avremo 196 seduti e poco più di 20 in piedi. Chiaramente è un sacrificio a livello economico, ma era importante ripartire”.

Da direttore artistico del Sant’Elpidio jazz festival, Alessandro Andolfi esprime tutta la soddisfazione per una 21esima edizione che ha preso forma durante il lockdown:”Pensavo di riposarmi quest’anno. Ma settimana dopo settimana ho iniziato a pensare ad alcuni nomi, già a marzo abbiamo fissato Enrico Rava per la data finale. Poi abbiamo fissato l’evento con Francesco Cafiso, che venne per la prima volta da noi quando aveva appena 13 anni ed era un promettentissimo talento, ora è una stella del jazz e torna come musicista maturo. Tutto il cartellone esprime alti livelli: confermiamo la collaborazione con il conservatorio Pergolesi,ci apriamo ad un nuovo genere con una serata di jazz manouche, che sarà anticipato da un masterclass nel pomeriggio su prenotazione. La serata con Stochelo Rosenberg sarà una delle esperienze più stimolanti di questa edizione. Il concerto omaggio a Lucio Dalla con Renzo Rubino e la presenza speciale di Simona Molinari è qualcosa di ancora mai visto in Italia”.

Chiude per Amat Luca Celidoni, evidenziando “la piena disponibilità di Amat a fianco dei Comuni per programmare e scegliere le proposte migliori. E’ un periodo di grandi difficoltà, ma pur con le limitazioni cerchiamo di fare le cose nel modo migliore”. Al programma estivo contribuiscono Mibact, Regione, Camera di commercio delle Marche, Fondazione Carifermo. Tra gli appuntamenti, il recupero degli spettacoli teatrali rinviati, con La leggenda del pallavolista volante, con Andrea Zorzi, il 13 luglio, Totò oltre la maschera con Alessandro Preziosi il 21, il concerto di Bungaro il 2 agosto, Biografie pop rock anni 90 il 22 agosto. Il 29 e 30 agosto due appuntamenti dedicati ad Antonio Santori, con la rassegna La linea alba: il 30 agosto Cesare Catà, suo allievo prediletto, terrà una delle sue “lezioni Catartiche” su Santori e la forza magica della parola. Sempre a fine agosto previsti appuntamenti e laboratori su scuola e filosofia, con appuntamento clou la conversazione tra Umberto Galimberti, il senatore Francesco Verducci ed il sindaco Terrenzi sul tema della scuola.

Si può contribuire alla stagione culturale elpidiense anche su Art bonus, il sistema governativo di incentivi fiscali per lo sviluppo culturale e il rilancio del turismo, che consente di usufruire di un credito d’imposta del 65% detraibile in 3 annualità.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X