facebook twitter rss

Dl Rilancio, non passa il pacchetto sisma
Rabbia dei sindaci: “La misura è colma”

GLI EMENDAMENTI utili a sbloccare la ricostruzione stoppati in commissione Bilancio alla Camera. Sborgia: «Daremo battaglia». Falcucci: «Un'offesa a tutti i terremotati»
Print Friendly, PDF & Email

visso-piazza-sisma-1-325x244

La piazza di Visso a più di tre anni dal sisma

Dl Rilancio, bocciato il pacchetto sisma. Gli emendamenti utili a sbloccare la ricostruzione non passano in Commissione bilancio della Camera. Un pacchetto di misure che sarebbe servito, tra l’altro, alla stabilizzazione del personale, alla proroga dello stato di emergenza dopo il 31 dicembre, all’aumento degli incentivi per i tecnici chiamati a nuovi adempimenti con l’autocertificazione e destinare il 5% dei fondi per la ricostruzione pubblica al sostegno delle attività produttive.

Il dl Rilancio dovrà ora passare al voto in Camera e al Senato. Nel frattempo insorgono i sindaci del cratere. «Se al governo non interessa ricostruire le nostre città lo dica chiaramente, ma noi non ci stiamo e daremo battaglia», attacca il sindaco di Camerino Sandro Sborgia. «È un’offesa a tutti i terremotati e agli amministratori del cratere, adesso la misura è colma», rincara la dose Mauro Falcucci, sindaco di Castelsantangelo sul Nera. Rabbia anche da parte dei sindaci dei comuni dell’entroterra Fermano.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X