facebook twitter rss

La M&G Videx chiude
il pacchetto dei centrali:
torna Marco Cubito

SERIE A3 - Il sodalizio grottese, al fianco dei confermati Massimo Gaspari e Giulio Romagnoli, riabbraccia il gigante siciliano di Taormina, classe '92 dopo un anno di militanza al piano superiore con addosso i colori della New Mater Castellana Grotte
Print Friendly, PDF & Email

 

GROTTAZZOLINA – Una firma arrivata ormai da settimane, in risposta ad una scelta di vita. M&G Scuola Pallavolo “blinda” il reparto centrali per la stagione 2020/21 riabbracciando Marco Cubito, siciliano classe ’92 di Taormina, 202 cm di stazza.

Dopo il campionato stratosferico disputato due stagioni or sono in maglia Videx in A2, per “Cubo” lo scorso anno è arrivata l’occasione imperdibile di giocare da protagonista in uno dei top team di A2, la New Mater Castellana Grotte in piena lotta play off prima dello stop forzato per via del lockdown.

A distanza di una sola stagione però, il cuore ha prevalso sul resto: il suo ritorno nel fermano, infatti, corrisponde ad una precisa scelta di vita, dato che è nelle intenzioni di Marco stabilizzarsi nel territorio fermano essendo sentimentalmente legato ad una splendida ragazza conosciuta proprio nell’arco della stagione 2018/19 in maglia M&G.

Il ritorno a Grottazzolina, dunque, già auspicato da parte della società mesi fa nell’ambito dei consueti saluti di fine stagione, ancora una volta si concretizza mostrando come sempre più spesso i ragazzi non disdegnano di tornare laddove trovano un ambiente in grado di accoglierli e valorizzarne le doti sportive ma anche e soprattutto umane.

Il gigante siciliano, figlio di tanta gavetta e dimostrazione di chi fa parlare i numeri per sé, andrà dunque ad aggiungersi ai già confermatissimi Massimo Gaspari e Giulio Romagnoli completando un reparto, quello dei centrali, che certamente non avrà nulla da invidiare a nessuno in categoria.

“Questo sarà per me un anno di maturazione a tutti gli effetti – racconta Cubito – perché al ritorno in una società dove sono stato benissimo si aggiungerà la convivenza, un’importante scelta di vita che mi rende felice. La stagione 2018/19 fu molto positiva per me, ma sfortunata per la società; l’obiettivo del mantenimento della A2 ci sfuggì di un soffio nonostante il livello altissimo del campionato e le note vicissitudini legate al ‘caso Poey’, per cui da parte mia c’è tanta voglia di rivalsa. Ho parlato con la società e il mister, è stata allestita una squadra competitiva e ci potremo, anzi dovremo, togliere tante soddisfazioni. Conosco quasi tutti i ragazzi in organico, sono sicuro che faremo molto bene anche per onorare il lavoro egregio fatto dalla società lo scorso anno. Ho seguito per tutta la stagione la cavalcata della Videx, ed ero certo di ritrovarla in A2. Surreale che ciò sia stato negato.”

Un ragazzo con le idee chiarissime, e tanta voglia di ritornare in campo dopo uno stop che ha reso quasi surreale la vita, a maggior ragione per chi fa dello sport e del movimento la sua natura d’essere: “Ho già ripreso gli allenamenti in compagnia di Giulio Romagnoli, nel quale credo tantissimo. Sarò ben felice di dargli quei consigli che negli anni sono stati dati a me, e che mi hanno fatto crescere tanto portandomi ad essere un giocatore migliore. Non vedo l’ora di iniziare questo nuovo percorso insieme a tutto il gruppo e ritornare a fare ciò che più ci piace, questo stop sta diventando infinito”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X