facebook twitter rss

Lido Tre Archi, la rabbia di Fratelli d’Italia: “Il Governo boccia la postazione fissa di polizia con una semplice passeggiata”

FERMO - Andrea Balestrieri segretario provinciale: "Sarebbe stato molto più efficace ed efficiente predisporre un punto di riferimento fisso per la cittadinanza nel quartiere, ma evidentemente per il sottosegretario al ministero dell interno Carlo Sibilia che ha visitato il quartiere, ha valutato che il controllo del vicinato sia più che sufficiente"
Print Friendly, PDF & Email

 

“Prendo atto con enorme rammarico e stupore che il Governo in visita al quartiere Lido Tre Archi ha bocciato con una ‘semplice passeggiata’ una delle tante proposte volute dalla politica locale, da sindaci e da cittadini e cioè la realizzazione di un posto fisso di guardia delle forze di polizia”.  Il segretario provinciale di Fratelli d’Italia Andrea Balestrieri entra nel merito della visita del sottosegretario all’Intero Carlo Sibilia a Lido Tre Archi.

“E’ inutile che ci si batte a livello locale in maniera marcata – spiega Balestrieri –  per poi arrivare la ‘doccia fredda’ da parte dello Stato Centrale costringendo i cittadini a vivere e lavorare in quella zona in una situazione di profonda insicurezza. Insicurezza che nasce non certo dalle fantasie della popolazione, ma dal fatto che in quelle strade cittadine, è all’ordine del giorno il verificarsi di eventi di criminalità diffusa: spaccio, risse ed eventi violenti di diverso genere.  Come può un amministrazione fare una chiara politica di prevenzione, quando poi proposte serie e concrete per il territorio vengono così amaramente bocciate?  La situazione a mio avviso è grave e con il grande lavoro delle forze dell ordine ogni volta si cerca di riportare stabilità e tranquillità tra la popolazione ma ho paura che la cosa un giorno possa degenerare e allora quando arriverà quel giorno sarà tutto inutile e anche più costoso intervenire sia in termini di sicurezza che in ambito sociale. Sarebbe stato molto più efficace ed efficiente predisporre un punto di riferimento fisso per la cittadinanza nel quartiere, ma evidentemente per il sottosegretario al ministero dell interno Carlo Sibilia che ha visitato il quartiere, ha valutato che il controllo del vicinato sia più che sufficiente. Rispetto ovviamente il suo punto di vista ma non lo condivido affatto; ringrazio infine, Sua eccellenza il Prefetto di Fermo per l’ attenzione che da sempre mostra su questo importante argomento. La sicurezza non va invocata all’occorrenza, ma va pretesa, sempre”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X