facebook twitter rss

“Marche d’Autore – le Marche
e i suoi personaggi”,
tutto esaurito a Rocca Tiepolo

PORTO SAN GIORGIO - Notizia di oggi: la giuria del 38esimo Concorso nazionale Enasco 50&Più di Roma ha assegnato la Libellula d’Argento al racconto Il Doc. di Castelplanio di Walter Vallesi
Print Friendly, PDF & Email

“Rocca Tiepolo: tutto esaurito per il grande successo di critica e di pubblico all’evento culturale librario ‘Marche d’Autore – le Marche e i suoi personaggi”, con il patrocinio dell’assessorato alla cultura Comune di Porto San Giorgio e del Centro Studi Carducci”. E’ quanto fanno sapere dal Comune di Porto San Giorgio.

“L’assessorato alla cultura di Porto San Giorgio ha avuto il piacere – aggiungono nel report della serata dal Comune – di invitare gli amanti della lettura e della storia alla presentazione in anteprima per le province di Fermo, Ascoli Piceno e Macerata dell’antologia di racconti inediti ‘Marche d’Autore – le Marche e i suoi personaggi’. Il progetto è di Jonathan Arpetti (testi e film ‘Come saltano i pesci’ e ‘Tiro Libero’) e David Miliozzi (critico d’arte): narrare personaggi illustri ‘nati’ nelle Marche che hanno contribuito al prestigio della regione, sia in Italia che nel mondo. La serata si è svolta con la partecipazione di alcuni autori: Donatella Antognozzi, Andrea Ferroni, Matteo Gattafoni, Mario Luciani, Daniela Meschini, Carlo Pagliacci, Alessandro Pomili, Donatella Rossetti, Chiara Sgambetterra, Manuela Taffi, Mario Testa, Walter Vallesi, Angelica Vasile, Luigi Verducci, che hanno spiegato la sinossi dei loro racconti e dei personaggi, nell’ordine, Neri Marcorè, Romolo Murri, Enrico Mattei, Beniamino Gigli, Ivo Pannaggi, Oliverotto Euffreducci, Raffaello Sanzio, Bice Piacentini, Benedetta Rossi, Franco Uncini, Dante Mircoli, Carlo Urbani, Folco Bellabarba, Franco Matacotta. Uno speciale arricchimento è derivato dalla interpretazione degli incipit da parte dell’attrice di teatro Rossella Nasini, accompagnata dal noto chitarrista Luca Romanelli che si è esibito in una overture, un intermezzo e un gran finale. Ha illustrato la serata Barbara Toce, vicepresidente Congresso dei poteri locali e regionali del consiglio d’Europa, quale membro del patrocinante Centro Studi Carducci, nato negli anni ’90 nel territorio fermano quale scuola di pensiero con le finalità di analizzare, progettare, promuovere e stimolare presso le sedi opportune, lo sviluppo culturale, socio-economico e turistico della nostra zona in particolare e oltre. Si è quindi proseguito con il saluto della consigliera comunale Roberta Bonanno.

Gli ideatori, Arpetti e Miliozzi hanno illustrato lo scopo dell’iniziativa Marche d’Autore. Di seguito, quale organizzatore della serata, è stato chiamato a presenziare Walter Vallesi. Nell’antologia Marche d’Autore, è presente con il suo racconto inedito scritto nell’autunno 2019 ‘Il Doc. di Castelplanio’ che narra le gesta dell’eroe della sanità Carlo Urbani, medico ricercatore microbiologo marchigiano; 1999 Premio Nobel per la pace a Oslo; deceduto nel 2003 ad Hanoi sacrificando la propria vita dopo aver debellato il Corona virus Sars-1. In questo periodo buio di Covid19, non si è mai ricordato il suo gesto umanitario basato su l’amore per il prossimo e la professione. La narrazione del racconto è fatto da Sophea, una bambina di 14 anni, immaginaria, che in Cambogia viene salvata e cresciuta dall’equipe Medici senza Frontiere. Concluderà il racconto all’età di 34 anni, già laureata in medicina perché innamorata dalle gesta del suo Doc. di Castelplanio scomparso prematuramente. Proseguirà nella professione di ricercatore microbiologo emulando il suo maestro continuando a salvare migliaia di vite. Notizia di oggi: la giuria del 38esimo Concorso nazionale Enasco 50&Più di Roma ha assegnato la Libellula d’Argento al racconto Il Doc. di Castelplanio di Walter Vallesi”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X