facebook twitter rss

Minori, stop all’abuso di alcol
Loira ha firmato l’ordinanza
Previste sanzioni fino a 300 euro

PORTO SAN GIORGIO - L'ordinanza del sindaco Loira per arginare l'abuso di alcol da parte dei minori resterà in vigore fino al 30 settembre. Primo banco di prova già nel prossimo weekend. Previste sanzioni da 300 euro per chi viola i divieti.
Print Friendly, PDF & Email

di Sandro Renzi

L’ordinanza firmata dal sindaco Nicola Loira per contrastare l’uso e l’abuso dell’alcol da parte dei minorenni resterà in vigore fino al 30 settembre e produrrà i suoi effetti già da oggi. Si tratta di uno strumento a cui il primo cittadino ha voluto fare ricorso per tentare di arginare gli effetti di una movida che nel weekend risulta spesso fuori controllo. E i danni sono sotto agli occhi di tutti. Accanto ad un necessario potenziamento dei controlli interforze disposti dalla Prefettura, quindi, il Comune ha inteso fare la sua parte sul piano amministrativo mettendo mano ad un provvedimento che si spera possa stroncare la pessima abitudine di acquistare alcolici per conto di chi non ha compiuto la maggiore età. Le conseguenze poi hanno riempito le pagine della cronaca locale negli ultimi fine settimana.

“Episodi di vandalismo con danneggiamento del patrimonio pubblico e privato”, “scadimento della qualità urbana”, ed ancora “schiamazzi, alterchi, risse” ma anche “abbandono di contenitori delle bevande per lo più in vetro”, si legge espressamente nell’ordinanza n.120, sono in buona sostanza gli episodi che hanno spinto a mettere nero su bianco le misure da adottare per bloccare e prevenire questi comportamenti che “favoriscono un generale scadimento”. Sarà quindi vietato a chiunque la vendita anche per asporto, la somministrazione e la cessione a qualunque titolo, anche gratuito, di bevande alcoliche ai minori. Un divieto che dovrà essere rispettato nei pubblici esercizi, in quelli commerciali, nelle attività artigianali, ma anche nelle associazioni e nei circoli privati. Stop  pure durante lo svolgimento di sagre e fiere. L’ordinanza chiarisce un altro aspetto. Il divieto si applica infatti alla vendita di bevande alcoliche effettuato tramite distributori automatici dotati di sistema di lettura automatica di documenti. Il contenuto dell’ordinanza dovrà inoltre essere messo a conoscenza della clientela attraverso appositi avvisi o cartelli informativi. La violazione di questo obbligo espone l’esercente ad una sanzione pecuniaria amministrativa da 50 a 300 euro. E di 300 euro sarà pure la sanzione in caso di mancato rispetto dei divieti legati alla vendita ed alla somministrazione di queste bevande. Un pugno di ferro necessario per restituire un po’ di serenità alle notti sangiorgesi.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X