facebook twitter rss

Angels Project,
Daniele Capriotti ancora
direttore tecnico

VOLLEY - "E' il proseguimento naturale di un cammino iniziato diciassette anni fa", le prime parole dell'interessato confermato dietro la scrivania dirigenziale del sodalizio adriatico
Print Friendly, PDF & Email

PORTO SAN GIORGIO – La continuità operativa è sempre più nel segno di Volley Angels Project e anche l’ultima decisione societaria va verso questa direzione.

Daniele Capriotti (foto) infatti resterà saldamente nella veste di direttore tecnico anche per la prossima stagione agonistica. “Questo è il proseguimento naturale di un cammino iniziato ormai diciassette anni fa – dichiara il tecnico sambenedettese -, anche se sarà un percorso differente con un coinvolgimento full time, che ci permetterà di confrontarci quotidianamente per mettere quei mattoncini che rappresentano la base solida sulla quale costruire nuove iniziative”.

“Ecco qual è la grande bellezza che da tre anni a questa parte abbiamo voluto creare, quasi un Volley Angels Project 3.0 – ha proseguito -, con ambizioni che racchiudono obiettivi che si stanno trasformando e realizzando. Alcuni traguardi sono addirittura arrivati prima del tempo, grazie a una potenzialità ormai consolidata, ma i nostri margini di crescita sono ancora ampi e vivremo la prossima stagione agonistica cercando di comprenderli a dovere per poterli esaltare. Mi piace pensare che di questo progetto io sia il padre insieme a Fulvio Taffoni, oggi nostro direttore sportivo, ma mi piace anche dire che il nostro staff tecnico sia stato confermato e anzi verrà ampliato ulteriormente”.

“La nostra società bada molto anche all’aspetto sanitario e medico con la presenza settimanale di un osteopata, ma anche con la disponibilità di preparatori fisici, scoutmen e altre figure qualificate che aumentano il valore di questo gruppo. Il bello – conclude Capriotti -, del continuare questo percorso insieme sta anche nel poter capire meglio le potenzialità di Volley Angels Project, che secondo me sono ancora enormi”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X