fbpx
facebook twitter rss

Montegranaro rafforza la videosorveglianza:
5 nuove telecamere in arrivo

MONTEGRANARO - Nel territorio montegranarese, infatti, diverse zone sono oggetto di ripetuti abbandoni e le 3 Foto Trappole acquistate le scorse settimane grazie a contributi a fondo perduto saranno posizionate nei punti più sensibili.
Print Friendly, PDF & Email

Nel corso dell’ultima seduta del Consiglio comunale è stato approvato all’unanimità l’adeguamento del regolamento di videosorveglianza alla Direttiva EU 2016/ 679 recepita con Dlgs n 101/ 2018, unitamente alla previsione di poter utilizzare degli ulteriori e più moderni apparati di controllo.

“Alle 55 telecamere, di cui 7 dotate di tecnologia OCR per la lettura delle targhe – spiega il Sindaco Ediana Mancini – nelle prossime settimane saranno aggiunte altre 5 telecamere molto sofisticate. Ciò sarà possibile in virtù dell’inserimento dell’art. 5 nel nuovo regolamento composto da 23 articoli predisposto dal Comando di Polizia Locale. Nell’articolo in questione si prevede che si potranno utilizzare anche delle Telecamere Modulari conosciute con il nome di Foto Trappole, che potranno essere posizionate secondo necessità nei luoghi teatro di illeciti penali o amministrativi, non altrimenti accertabili con le ordinarie metodologie di indagine”.

Nel territorio montegranarese, infatti, diverse zone sono oggetto di ripetuti abbandoni e le 3 Foto Trappole acquistate le scorse settimane grazie a contributi a fondo perduto saranno posizionate nei punti più sensibili.

“Con lo stesso articolo 5 del regolamentato – aggiunge il Vice Sindaco Endrio Ubaldi – è stato anche autorizzato l’utilizzo delle Body Cam, di cui 2 già in dotazione del Comando di Polizia Locale, e delle Dash Cam, vale a dire le telecamere a bordo dei veicoli di servizio. Saranno strumentazioni molto utili per poter svolgere una più efficace azione di contrasto ai troppi abbandoni di rifiuti nel territorio comunale ed alle azioni illecite in generale, dotando il personale della Polizia Locale di strumenti d’indagine più adeguati”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X