facebook twitter rss

Capitan Comotto e l’avvio
di stagione in casa Fermana

SERIE C - "C’è tanta voglia di tornare a giocare, il tempo passato a casa è stato troppo. Serve la giusta calma nel procedere, abbiamo fatto un po’ di rodaggio e ora inizieremo a fare le cose tipiche del ritiro quali corse, lavoro tecnico e tattico" ha dichiarato la colonna difensiva canarina
Print Friendly, PDF & Email

FERMO – Ormai una istituzione in casa Fermana, Marco Comotto (foto) indossa da anni la fascia di capitano ed è pertanto lui a presentare la nuova stagione in casa canarina.

Così come prontamente rilasciato presso i canali mediatici gialloblù, Comotto ha risposto ai seguenti quesiti.

 

Comotto, come sta andando l’avvio di preparazione?

“C’è una voglia matta di tornare a giocare, il tempo passato a casa è stato davvero troppo. Serve anche la giusta calma nel fare le cose. Abbiamo fatto un po’ di rodaggio e ora inizieremo a fare le cose tipiche del ritiro a breve quali corse, lavoro tecnico e tattico”.

 

Che gruppo sta nascendo in questo approccio di stagione?

“È un anno particolare, con un mercato lungo e con rose ancora da definire. È rimasto lo zoccolo duro dello spogliatoio, che sarà sicuramente un aiuto in più per chi verrà”.

 

Quanto è dificcile ripartire dopo tanto tempo lontano dall’agonismo?

“Non più di tanto, la lontananza dai campi ha aiutato sicuramente sotto questo punto di vista e ci ha dato la calma giusta”.

 

Che stagione, ma soprattutto che girone si aspetta il prossimo 27 agosto?

“Bisogna vedere quali saranno i criteri per comporre i gironi, ma la qualità e le difficoltà rimarranno comunque elevate. Lo scorso anno il girone B era il più complesso, con squadre di livello e piazze importanti: c’è il Perugia che è sceso dalla Serie B, il Padova e altre grandi squadre che vorranno fare bene. Ma saremo pronti andare del filo da torcere a tutti come anche il Perugia”.

 

Proprio a Perugia potrebbe ritrovare da avversario suo fratello Gianluca. Sensazioni?

“Sarebbe una bella sfida, siamo molto legati e sicuramente sarebbe una gara particolare. Un grande in bocca al lupo a lui per questa esperienza ma la voglia di superarci sarà sempre tanta”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X