facebook twitter rss

Da domenica si riprende
a pedalare amatorialmente

CICLISMO – Il Csi di Fermo, rispettando il protocollo di sicurezza vigente, prova a rimettersi in moto proponendo subito la randonnée Rghiro. Un ricco calendario di eventi spalmato per l'intera stagione entrante
Print Friendly, PDF & Email

La bici che verrà sorteggiata dagli organizzatori tra tutti i partecipanti a Rghiro

di Tiziano Vesprini

 

FERMO – Dopo il lunghissimo e forzato stop da Covid il Centro Sportivo
Italiano (comitato provinciale di Fermo e il settore ciclismo regionale), rispettando tutti i protocolli di sicurezza vigenti, da domenica prossima riprenderà la propria attività sportiva su strada con la randonnée Rghiro a carattere cicloturistico, seguiranno poi sicuramente altre due manifestazioni su strada cicloamatoriali agonistiche, la prima, il 12 settembre a Grottazzolina con il campionato regionale Csi agonismo su strada e il 3 ottobre ad Altidona con una gara agonistica interregionale sempre su strada.

Programma ciclistico del centro sportivo italiano che proseguirà poi con il ciclocross organizzando la Cross Cup 2020-2021 che inizierà il 17 ottobre e si concluderà il 14 febbraio con le seguenti gare in programma: 17 ottobre a Pedaso, 7 novembre al Bike Park di Fermo 21 novembre a Rubbianello, 12 dicembre a Grottazzolina, 9 gennaio Montegiorgio 7 Febbraio al Bike Park di Fermo e il 14 Febbraio a Grottazzolina, mentre si è in attesa dell’approvazione da parte della commissione nazionale Csi per la nuova organizzazione del campionato nazionale di ciclocross prevista per il 31 gennaio 2020.

Csi Ciclismo che collaborerà insieme all’altro ente di promozione sportiva Acsi Ciclismo Macerata anche nell’organizzazione del circuito ciclocampestre denominato Fertesino Cup con ben sei manifestazioni: 31 ottobre a Corridonia, 14 novembre a San Ginesio, 28 novembre al Bike Park di Fermo, 6 dicembre a Grottazzolina, 27 dicembre a Monte San Giusto ed infine il 6 gennaio a Macerata.

Domenica mattina prossima, 30 agosto, quindi il primo appuntamento di questa stranissima stagione, appuntamento molto particolare ed insolito per la nostra regione, vale a dire un raduno cicloturistico randonée denominato “Rghiro” (foto del percorso).

 

Una manifestazione randonnée che si percorre su un percorso adatto ai granfondisti, che deve avere una lunghezza minima di 200 Chilometri e dove a chi percorrerà l’intero percorso verrà ufficialmente consegnato apposito Brevetto Randonné.

Questa e la prima ed unica randonnée dove si può decidere, durante il percorso, quanta strada percorrere a seconda delle proprie capacità e coraggio. La Rghiro, giunta alla seconda edizione ed organizzata dall’omonima società ciclistica di Montottone è la randonnée alla scoperta dell’entroterra marchigiano e dei Monti Sibillini che toccherà ben tre province: Fermo, Macerata ed Ascoli.

“Rghiro” in dialetto fermano sta per “tornare indietro”, ma ha anche una forte assonanza con l’inglese hero cioè “eroe”. Chi si sentirà tale affronterà l’intero percorso di 200 km con quattro mila metri di dislivello, gli altri, raggiunto uno dei “punti rghiro” saranno liberi di giungere al traguardo attraverso uno dei percorsi più brevi e meno impegnativi. Quattro saranno i percorsi alternativi, oltre a quello di 200 km randonnée ci saranno quelli di: 70 km, 140 km e 100 km. La Partenza libera Individuale o di Gruppo è prevista dalle ore 6:30 da Piane di Rapagnano dove sarà posto anche il Punto di Arrivo per tutti i percorsi.

Questo il percorso integrale: Piane di Rapagnano, Piane di Montegiorgio, Falerone Sant’Angelo in Pontano, Passo San Ginesio, Pian di Pieca (dove è posto il primo punto di ristoro e il primo punto rghiro, per chi vorrà percorrere il percorso più breve di 100 km.), si proseguirà per San Lorenzo al Lago, Piani di Ragnolo, Sarnano, Amandola (dove è posto il secondo punto rghiro per chi vorrà concludere i percorsi di 100 e 140 km.), si andrà poi a toccare Montefortino e Montemonaco (terzo punto rghiro per chi vorrà percorrere 170 km e dove sarà posto il secondo ristoro, il più ricco e abbondante), quindi i più eroici proseguiranno per Montegallo, Uscerno, Olibra, Croce di Casale, Comunanza, Montefalcone Appennino, Santa Vittoria in Matenano, Montelparo, Monteleone di Fermo, Grottazzolina e quindi è il ritorno nella base di partenza di Piane da Rapagnano.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X