facebook twitter rss

“La scuola: tutto da ri-costruire”,
incontro con il filosofo Galimberti

SANT'ELPIDIO A MARE - Appuntamento giovedì 27 agosto alle 21.30 in piazza Matteotti. Prima dell’incontro, alle 19, il senatore  Francesco Verducci, vice presidente della commissione scuola e cultura del senato, si confronterà col sindaco Alessio Terrenzi sul tema 'La scuola: impegni e obiettivi, ruoli e scenari futuri'
Print Friendly, PDF & Email

“La scuola: tutto da ri-costruire”. “Un tema di particolare interesse pubblico, con più problematiche e sfaccettature, e particolarmente delicato in vista della riapertura post lockdown. Sarà affrontato – spiegano dall’organizzazione dell’evento firmato Comune di Sant’Elpidio a Mare e Wega – dal filosofo, psicoanalista e scrittore Umberto Galimberti giovedì 27 agosto alle 21.30 in piazza Matteotti. Prima dell’incontro, alle 19, il senatore  Francesco Verducci, vice presidente della commissione scuola e cultura del senato, si confronterà col sindaco Alessio Terrenzi sul tema ‘La scuola: impegni e obiettivi, ruoli e scenari futuri’”.

“Evento, in occasione della riapertura delle scuole a settembre con modalità nuove anticovid, organizzato dal comune di Sant’Elpidio a Mare e Wega impresa sociale. Galimberti – continuano dall’organizzazione – ha più volte, in occasioni organizzate da Wega, fatto conoscere le sue posizioni sulla scuola e l’insegnamento che deve prima formare l’essere umano, educare e poi trasmettere tutto il resto. Ma questo non lo può fare, secondo Galimberti, perché ci sono classi troppo numerose e insegnanti non adeguatamente preparati per educare alla formazione emotiva e sentimentale dei ragazzi quindi alla costruzione della personalità, specialmente nella scuola media. Il filosofo ha spesso ribadito la necessità di verificare, prima dell’assunzione, se gli insegnanti hanno doti come empatia, capacità comunicative e di catturare l’interesse dei ragazzi, motivare, conoscere la psicologia dell’età evolutiva. Quindi no ad una scuola pensata per creare posti per i docenti e non per educare. L’istruzione trasmette contenuti, l’educazione fa passare dal bullismo senza sentimenti alla scoperta dell’emozione. Quindi prima bisogna formare l’essere umano”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X