facebook twitter rss

Alla vigilia della prima uscita
stagionale in casa Fermana
l’analisi di mister Antonioli

SERIE C - Appuntamento per domani, sabato 29 agosto ore 17.30, al Comunale di Sarnano per la sfida amichevole contro la Salernitana di Castori. Nel mentre doppio problema in rosa: rottura del legamento crociato anteriore per Persia e De Pascalis ai box per risentimento muscolare
Print Friendly, PDF & Email

FERMO – Sono venti i calciatori convocati da mister Mauro Antonioli (foto) in vista della gara amichevole di domani al Comunale di Sarnano (fischio d’inizio alle ore 17.30) contro la Salernitana di Fabrizio Castori.

Si tratta del primo impegno stagionale per i gialloblù che si sono allenati questa mattina al Pelloni e che effettueranno domattina anche la rifinitura, sempre sul sintetico sangiorgese, prima della partenza per disputare l’amichevole.

Da registrare nel frattempo un doppio problema in casa gialloblù con la rottura del legamento crociato anteriore per Angelo Persia, mentre Donato De Pascalis si è fermato per un risentimento muscolare e nella giornata di oggi si sottoporrà ad ecografia. Facciamo il punto della situazione con mister Mauro Antonioli, alla vigilia di questo attesissimo primo test stagionale.

 

Mister, c’è attesa per questa prima uscita. Come ci arriva la squadra?

“E’ ancora presto per valutare la squadra, siamo in fase di costruzione e allestimento. Lo scopo di questa partita è proprio quello di ritrovare il clima dopo tanta inattività ed allenamenti intensi. Fondamentalmente abbiamo lavorato sui concetti ma non abbiamo provato molte soluzioni di gioco e sarà utile magari prendere confidenza anche in questo senso. Siamo in fase di preparazione, le idee sono consolidate dallo scorso anno ma provarle sul campo ha un peso importante”.

 

Non ci volevano di certo gli infortuni di Persia e De Pascalis…

“Oltre a non essere numericamente non tantissimi con le regole che impongono anche il limite di 22 calciatori, abbiamo anche questi due punti in tal senso che complicano ulteriormente le cose. Non avrei voluto far fare più di 45 minuti ai calciatori ma qualcuno inevitabilmente si dovrà sacrificare e dunque l’augurio è quello di non avere degli affaticati alla fine. Non è facile allenarsi dopo tanto tempo a ritmi intensi, con temperature alte. Diventano fondamentali il riposo e la fase di recupero degli atleti, oltre all’alimentazione. Da questo punto di vista ho dei professionisti cui devo fare i complimenti per come stanno lavorando e per l’approccio che stanno avendo in termini di impegno e disponibilità, ma non avevo alcun dubbio”.

 

Sarà una Fermana comunque che ripartirà dai concetti della passata stagione?

“Certamente lavoriamo su quelli e su determinate cose che possiamo fare, soprattutto in relazione alle caratteristiche di squadra. Ad esempio rispetto allo scorso anno al momento non possiamo essere abili nello stretto e efficaci in velocità ma i concetti di impostazione dal basso e aggressività non possiamo farne sicuramente a meno. Siamo più portati a far arrivare cross dal fondo con attaccanti ben strutturati fisicamente e avere anche una buona aggressività in mezzo al campo”.

 

Ecco i 20 convocati dal tecnico gialloblù. Portieri: Fatone, Ginestra e Tantalocchi. Difensori: Aliffi, Clemente, Comotto, Esposito, Manetta, Scrosta e Sperotto. Centrocampisti: Gomez, Mordini, Iotti, Isacco, Ruci e Urbinati. Attaccanti: Cognigni, Cremona, Maistrello e Nepi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X