facebook twitter rss

Serata da incubo per il consigliere Petrozzi: durante la cena
scopre di avere i ladri in casa

PORTO SAN GIORGIO - Il racconto: "Mio figlio si è recato al primo piano a prendere un gelato dal frigorifero e nell'entrare, dalla porta, ha sentito dei rumori provenienti dalla sua camera, dove si è accorto che lampeggiavano delle luci di una torcia elettrica. E' sceso velocemente in giardino e ha scorto un'altra figura fuori"
Print Friendly, PDF & Email

Una serata da ‘incubo’ quella di ieri, per il consigliere comunale della Lega di Porto San Giorgio Renzo Petrozzi e per la sua famiglia. Mentre erano a cena infatti, almeno due malviventi sono entrati nell’abitazione in Via Botticelli, per mettere a segno un furto. Colpo che è stato sventato dalla grida di aiuto da parte della famiglia e dall’arrivo dei vicinati subito mobilitatisi.

“Ieri sera intorno alle 21,45 stavamo facendo cena al piano terra – racconta Petrozzi –  Mio figlio si è recato al primo piano a prendere un gelato dal frigorifero e nell’entrare, dalla porta, ha sentito dei rumori provenienti dalla sua camera, dove si è accorto che lampeggiavano delle luci di una torcia elettrica. E’ sceso velocemente in giardino e ha scorto un’altra figura fuori dalla finestra della sua camera, il complice che faceva da palo, allora velocemente ci ha avvertito che c’erano dei ladri in casa. Ci siamo immediatamente riversati tutti in strada, anche con mia moglie le altre due figlie. Abbiamo gridato aiuto a pieno fiato e chiamato i vicini, che sono accorsi immediatamente numerosi con grande spirito di solidarietà. I ladri, spaventati dal trambusto sono scappati verso Via Giotto, da dove si sono poi a sua volta sentite delle grida ‘i ladri! i ladri”.

Petrozzi racconta: “A casa mia non è stato rubato niente e non ci sono stati danni, grazie al colpo di fortuna che ha consentito di cogliere i ladri in azione appena avviata. Era buio e non sono stati identificati, ma da Via Giotto li hanno visti scappare. Avevano sicuramente sorvegliato la zona nei giorni precedenti prima di agire, perché oltre ad entrare dalla parte della casa al buio, hanno individuato le possibili vie di fuga, spostato i vasi dalla finestra della mia camera opposta a quella dei miei figli”.

Dal consigliere della Lega arriva anche un ringraziamento alle forze dell’ordine per il tempestivo intervento: “Sul posto sono intervenute due pattuglie delle forze dell’ordine (Polizia e Guardia di Finanza) che hanno fatto i rilievi del caso e che ringraziamo per la professionalità. Chiudo con un intervento di carattere politico: il tema della sicurezza dei cittadini purtroppo è più che mai attuale e non bisogna assolutamente abbassare la guardia credendo che tutto sommato, rispetto ad altre realtà, viviamo in un posto tranquillo. I fatti dimostrano che non è affatto così e il tema della sicurezza deve stare in cima all’agenda di ogni amministrazione”. Durante il raid alcuni vicini hanno udito dei colpi d’arma da fuoco, presumibilmente degli spari con una scacciacani, esplosi da qualcuno per intimorire i malviventi che, infatti, sono fuggiti a gambe levate.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X