facebook twitter rss

Al nido ”Santoro” ripresa delle
attività in tutta sicurezza

FERMO - Dal primo settembre bimbi nuovamente aggregati, nel rispetto delle prassi sanitarie anti Covid, all'interno della longeva struttura scolastica, tra le prime della regione dedicate all'infanzia. Dal 14 settembre, inoltre, l'ingresso dei nuovi iscritti
Print Friendly, PDF & Email

Uno dei primi Nidi d’infanzia delle Marche a riprendere l’attività educativa dopo i mesi di chiusura imposta dal lockdown.

E’ il Nido d’Infanzia comunale M. Santoro di Fermo (0-3 anni) dove dal 1 settembre sono tornati i 16 bambini che frequentavano già lo scorso anno educativo.

Una festa il ritorno fra le mura di una struttura confortevole fra giochi e attività con i piccoli compagni e con le educatrici che, sempre con grande professionalità e tanti sorrisi, li hanno accolti con tutte le misure di sicurezza ed in ottemperanza alle disposizioni nazionali, ma con modalità capaci di poter reinserire i piccoli in un contesto che manca loro da sette mesi.

Dal 14 settembre faranno il loro ingresso altri 18 nuovi iscritti per trascorrere insieme momenti educativi e di apprendimento adatti alla loro età, con la cura e la competenza del personale educativo.

“Un ringraziamento va al settore servizi sociali del Comune, al personale del Nido, tutte le educatrici, le collaboratrici, il cuoco, per aver permesso con il loro lavoro questa ripresa, per cui possiamo dire che siamo effettivamente fra i primi Nidi d’infanzia nelle Marche a riaprire – ha detto il sindaco, Paolo Calcinaro – un servizio importante per tante famiglie in una struttura nuova e di gran qualità”.

“Con tutte le misure necessarie, è ripresa l’attività educativa al nido d’infanzia Santoro – ha detto l’assessore alle politiche sociali Mirco Giampieri – per cui ringrazio del lavoro propedeutico a questa ripartenza, portato avanti con il massimo impegno, il settore servizi sociali del Comune, il dirigente Giovanni Della Casa, la referente del Comune per il Nido Sibilla Zoppo Martellini, le educatrici, tutto il personale e la sempre preziosa collaborazione delle famiglie”.

Progetto del nuovo anno presentato in questi giorni ai genitori nel corso di un’assemblea partecipata, nel corso della quale sono state ascoltate con attenzione le linee d’indirizzo a beneficio dello sviluppo e della crescita armoniosa dei piccoli frequentanti questa struttura che, come noto, è stata oggetto mesi fa di pubblicazioni scientifiche dell’Enea per l’efficientamento ed il risparmio energetico, è stata sede con successo dei Centri Estivi dal 1 luglio al 7 agosto scorsi per 18 bambini da 0 a 3 anni e che, a luglio, è stata visitata dal Ministro della famiglia e delle pari opportunità Elena Bonetti, quale modello virtuoso nel campo dell’educazione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X