facebook twitter rss

Il cuore del Lions club
per Liberi nel Vento: donato
un rimorchio per barche e gommone

PORTO SAN GIORGIO - Il presidente Mangino: "I Lions sono sempre disponibili all’azione concreta, per cercare anche di alleggerire l’immaginabile disagio sociale e le altre difficoltà insite in ogni qualsivoglia disabilità, consci che le disabilità debbano essere viste come 'un’arte', un modo ingegnoso di vivere"
Print Friendly, PDF & Email

Domenica scorsa il Lions Club Fermo-Porto San Giorgio, con il presidente Sabino Mangino, ha donato all’associazione ‘Liberi Nel Vento’ un carrello stradale/rimorchio per trasportare quattro barche e un gommone. ‘Liberi Nel Vento’, infatti, si occupa di sopperire alle disabilità fisiche, mentali e sensoriali attraverso lo sport della vela, ritenendo che il mare sia un setting ambientale eccezionale, quasi totalmente inutilizzato dal punto di vista psicosociale.

Il Presidente del Lions Club Fermo-Porto San Giorgio ha motivato questo gesto evidenziando come “i Lions sono sempre disponibili all’azione concreta, per cercare anche di alleggerire l’immaginabile disagio sociale e le altre difficoltà insite in ogni qualsivoglia disabilità, consci che le disabilità debbano essere viste come ‘un’arte’, un modo ingegnoso di vivere.
In tutto ciò lo sport può aiutare a vivere e dovrebbe essere visto come lo strumento migliore per un’integrazione, senza barriere ed ostacoli, tra diversamente abili e normodotati. L’obiettivo è quello di sfruttare il mare e la vela come mezzi eccezionali per avere l’occasione di incontrarsi e mettere in gioco le proprie risorse”.
Il presidente dell’associazioni ‘Liberi Nel Vento’, nel ringraziare il presidente Sabino Mangino ed il Lions Club Fermo-Porto San Giorgio, ha evidenziato come questo gesto vada ad “arricchire la dotazione nautica dell’associazione, aiutando le persone che pensano di trovarsi in un disagio irreversibile a trovare nuove risorse, speranze e ulteriori opportunità di sentirsi vive e per mitigare il proprio processo esistenziale, al fine di creare uno stato di benessere che faccia riscoprire se stessi e le proprie potenzialità”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X