facebook twitter rss

S.Elpidio, impianti sportivi da rinnovare:
progetto da 1 milione di euro
per lo stadio Montevidoni

SANT'ELPIDIO A MARE - In Consiglio comunale la modifica al piano opere pubbliche: si punta ad accedere al bando Sport e periferie del Coni per realizzare un centro sportivo allo stadio del capoluogo
Print Friendly, PDF & Email

Tanti progetti per colmare le lacune di impianti sportivi a Sant’Elpidio a Mare. Oltre al campo sportivo che la famiglia Della Valle donerà alla frazione di Casette d’Ete e dovrebbe essere pronto per il prossimo autunno, sono diversi gli investimenti che l’amministrazione comunale sta programmando per rimetter mano ad una carenza di strutture che negli anni si è fatta sempre più evidente. Un passaggio si avrà col Consiglio comunale di domani sera, che vede, tra i punti all’ordine del giorno, una modifica al piano annuale e triennale delle opere pubbliche. Una variazione che serve, all’amministrazione Terrenzi, per candidarsi al nuovo bando Sport e periferie del Coni. Si presenterà un progetto per riqualificare lo stadio Montevidoni al capoluogo, e trasformare l’area in un centro polisportivo.

Il documento preparato dagli uffici comunali prevede un investimento che supera il milione di euro. “Ci auguriamo di poter accedere a questo canale di finanziamento, l’obiettivo è riuscire a ricevere un finanziamento che copra la maggior parte della spesa, coprendo la parte rimanente con fondi comunali – spiega l’assessore ai lavori pubblici, Norberto Clementi – L’idea è quella di procedere al rifacimento del manto erboso, migliorare spazi e attrezzature per l’atletica leggera, potenziare l’illuminazione con nuove torri faro. Si è pensato anche a dare spazi adeguati alla pratica dello sport per diversamente abili, in particolare per le attività nel calcio non vedenti svolta a Sant’Elpidio a Mare da una bellissima realtà come l’associazione Controluce. In prospettiva, l’ambizione è quella di ampliare le strutture per accogliere in quell’area altre discipline, con campi da tennis e da padel, una disciplina che sta crescendo sensibilmente”.

Non rientra in questa progettualità e va avanti autonomamente, invece, la riqualificazione dell’antistadio Montevidoni, dove l’idea è realizzare un fondo in erba sintetica e allestire un campo omologato da calciotto. Nel frattempo, il Comune ha pubblicato qualche giorno fa un avviso di manifestazione d’interesse per i lavori al vecchio stadio Mandozzi. L’impianto aveva ricevuto circa 100.000 euro del vecchio bando Sport e periferie del Coni. Il progetto è poi stato modificato ed ampliato, complessivamente la spesa è arriva a 235.000 euro, servirà a sistemare e mettere in sicurezza tribune e spogliatoi. Le aziende interessate avranno tempo fino all’8 ottobre per candidarsi, poi si provvederà a selezionarne 12 che verranno invitate a procedura negoziata per l’affidamento dell’appalto.

La panoramica sulle strutture sportive elpidiensi, passando all’indoor, vedrà approvato al Consiglio comunale di domani anche lo stanziamento delle risorse, erogate dal Ministero dell’interno ai Comuni, per la sistemazione della palestra Mirella al capoluogo. Tra gli interventi già finanziati c’è la sistemazione del tetto alla palestra comunale di Casette d’Ete. Ttempi più lunghi, invece, per la sistemazione della palestra capoluogo, inutilizzabile dal terremoto di 4 anni fa. In fase di affidamento il progetto di sistemazione, che richiederà un investimento da 900.000 euro.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X