facebook twitter rss

Il Covid anche nell’entroterra:
tra casi in aumento e aggiornamenti,
sindaci in prima linea

VIRUS - Aggiornamenti costanti dai sindaci dei Comuni dell'entroterra fermano. Aggiornamenti che si concludono con le solite raccomandazioni. In testa, distanziamento, mascherine, igienizzazione delle mani
Print Friendly, PDF & Email

Una situazione in evoluzione, la definiscono alcuni sindaci, con contagi purtroppo in aumento. Anche nell’entroterra fermano, anche nei piccoli Comuni, il Covid tiene banco. E sono proprio loro, quelli a cui il premier Conte chiede di valutare, in caso di necessità, l’adozione di ordinanze di ‘coprifuoco’ in piazze e vie, i sindaci, ad informare i rispettivi concittadini.

A Lapedona, il sindaco Giuseppe Taffetani informa che “dall’ultima comunicazione ufficiale da parte della Regione, purtroppo come era prevedibile e in linea con la tendenza nazionale, anche nel nostro Comune i casi di positivi al Covid-19 sono in aumento e precisamente ad oggi ci sono in totale 11 positivi posti in quarantena, alcuni dei quali asintomatici. I contatti stretti, segnalati dalla persona positiva, che sono stati posti in quarantena nelle proprie abitazioni, attualmente risultano essere 21. Tutti sono gestiti e monitorati secondo le disposizioni dell’autorità sanitaria. Invito tutti i cittadini a tenere un comportamento razionale senza farsi prendere da isterismi che servono solo a creare un clima di caccia alle streghe, poiché nessuno di noi è immune. Poi le solite raccomandazioni: mascherine, distanziamento e igiene delle mani”.

Da Lapedona a Montottone, con l’omologo di Taffetani, Giovanni Carelli: “Purtroppo a distanza di qualche mese torno ad informarvi che anche a Montottone, così come in molti altri paesi della provincia, è presente una persona positiva al virus Covid-19. Sappiamo benissimo tutti il delicato momento che stiamo attraversando, con la forte ripresa dei contagi, che questa volta, grazie ai molti tamponi effettuati, vengono tracciati in anticipo e consentono una più efficace azione di prevenzione e contenimento. Resta comunque inevitabile adottare un comportamento rispettoso di tutte quelle norme e quegli usi che oramai conosciamo perfettamente e che si sono dimostrati la principale ed efficace arma di difesa dal virus. Non dimentichiamoci quindi di usare la mascherina in presenza di altri soggetti, laviamoci spesso le mani e sanifichiamo con continuità i luoghi in cui viviamo. Evitiamo che i nostri comportamenti rechino danno a noi stessi, alle nostre famiglie e ai nostri amici. Ci attendono ancora mesi difficili. Vi terrò informati sull’evolversi della situazione paesana”.

Aggiornamenti anche da Grottazzolina, sempre con il sindaco, Alberto Antognozzi: “Vi aggiorno sull’attuale situazione epidemiologica nel nostro Comune: 7 persone residenti sono positive asintomatiche (di cui 3 in isolamento in altro comune), 7 persone in isolamento domiciliare. I dati sono in evoluzione in quanto l’Asur, a causa della crescente mole di lavoro, sta registrando dei ritardi nelle comunicazioni. Ringrazio i medici di famiglia per la collaborazione. La sezione della seconda classe Scuola Primaria ha terminato la quarantena e sono riprese le lezioni in presenza.

Abbiamo evidentemente un aumento dei casi positivi, fortunatamente asintomatici, seguendo il trend nazionale e regionale. Stiamo vivendo un momento delicato, seppur prevedibile, gli ultimi dati mostrano una forte dei ripresa dei contagi a livello nazionale. La situazione è diversa dalla primavera, la grande mole di tamponi che ora si riesce a fare consente di intervenire prima sui positivi e contenere i problemi. Tuttavia il Servizio Sanitario è già sotto pressione e bisogna tutti, con i comportamenti, fare il massimo per limitare la diffusione del contagio e non mandare il Sistema Sanitario in crisi con conseguenze negative per tutti coloro hanno bisogno di cure, di qualsiasi genere.
E lo dobbiamo fare anche per evitare ulteriori, problematiche per tutti, misure restrittive. Rispettiamo sempre le regole fondamentali di prevenzione: distanziamento, mascherine, igienizzazione delle mani”.
(notizia in aggiornamento)

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X