facebook twitter rss

Leoni (FI): “Sulla sanità Terrenzi
non ne ha azzeccata una”

SANT'ELPIDIO A MARE - L'esponente FI all'attacco del primo cittadino: pomo della discordia la sanità e le esternazioni, in questi mesi, del sindaco
Print Friendly, PDF & Email

“Di una cosa siamo sicuri: il sindaco Terrenzi, finito il mandato, di tutto potrà occuparsi tranne che di sanità. Ne avesse acchiappata una. Da inizio pandemia è salito sul pulpito col camice bianco e le ha ciccate tutte. Ma proprio tutte”. Torna a puntare l’indice contro il sindaco l’esponente FI, Roberto Leoni.

“Partiamo dall’ultimo: ‘reintrodurre il medico scolastico’. A parte che la figura esiste già e si occupa del personale docente e dei collaboratori scolatici; Terrenzi propone un medico per i bambini per, parole sue, ‘tranquillizzare le famiglie’. Scusa sindaco, esistono i medici pediatri che si occupano proprio dei bambini. Sono gli stessi bambini che frequentano le scuole. Siamo seri e obiettivi: a cosa servirebbe una figura del genere se non a creare confusione di ruolo e rimpallo di eventuali responsabilità?
Non lo diciamo noi del gruppo Comunale FI Sant’Elpidio a Mare, è la posizione ufficiale della Federazione Medici Pediatri di cui riportiamo una nota: ‘Abbiamo abbandonato la figura del medico scolastico con l’istituzione del Servizio Sanitario Nazionale, oltre 40 anni fa. Non torniamo indietro e soprattutto non creiamo confusione di ruoli a scapito di bambini e genitori. Dentro quelle classi ci sono i nostri pazienti ed è impensabile affidare ad altre figure professionali non specialistiche, compiti che si collocano tra le nostre responsabilità. Non c’è bisogno di un altro medico. Piuttosto, come indicato nel documento dell’Istituto Superiore di Sanità sulla gestione dei contagi nelle scuole, occorre che i Dipartimenti di Prevenzione individuino figure di raccordo, come gli Infermieri di Comunità”. Più chiaro di così… però certo, bisogna sempre buttare un po’ di pastura quando si va a pesca.
Giusto per far meglio comprendere il rapporto che il sindaco Terrenzi ha con la gestione della sanità: “…il Covid Center non serve, ho ragione io!” ma l’hanno appena riaperto, c’è il rebound-seconda ondata, prevedibilissimo, del Covid19. Adesso serve? “…mettere chi sta in quarantena nei camping del litorale…” quant’era bella la caccia all’untore, evviva la social claque! Poi parliamo di focolai/cluster vero?  “2 maggio cimiteri chiusi luogo di assembramento / 3 maggio cimiteri aperti tutto ok!”. “Prelievo sierologico, con l’Avis Montegranaro che mi dà ragione!” sinceramente, avete più sentito parlare di ‘prelievi sierologici’? Erano approssimativi quando non si avevano armi per fare diagnosi e terapie, figuriamoci adesso che abbiamo fatto molti passi in avanti! “26 giugno diktat di Terrenzi contro la sanità privata…” e chi ha accolto i 12 ospiti positivi al Covid19 della casa di riposo di Cascinare? Però quando ci sono le difficoltà la sanità privata è efficace, efficiente e molto professionale, vero? Che dire poi di tutti gli apprezzamenti sul futuro On. Mauro Lucentini? Dopo tutte le discussioni con i pezzi grossi del Pd, magari si passa di qua del fosso: togli giacca e cravatta, metti la felpa… come disse una volta un sindaco “la politica non è un sistema statico, è dinamico…” visto che il Pd e tutto il centrosinistra non lo hanno ancora ringraziato, ci può stare”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X